Translate

mercoledì 7 marzo 2018

LAPO ELKANN A TUTTO GAS. MA DOVE VUOLE ARRIVARE?

(7/3/2018) LAPO ELKANN AT FULL THROTTLE. BUT WHERE IS HE GOING TO BE? Ma cosa ha in mente Lapo Elkann? Dove vuole arrivare? A parte l’offerta di volontariato in politica, non passa inosservato il grande attivismo degli ultimi tempi nel motorsport del rampollo di casa Agnelli, grande tifoso Ferrari e fondatore nel 2015 di Garage Italia. L’ultima notizia è la partecipazione ai prossimi test Kateyama di Monza, l’8 e 9 marzo prossimi, che fa seguito all’annuncio di inizio febbraio del varo, insieme a Ronnie Vogel,  della Squadra Corse Garage Italia Americas. Il Team prenderà parte al Pirelli World Challenge 2018 con una Ferrari 488 GT3 caratterizzata da una livrea tricolore che richiama anche la bandiera del Messico, paese d'origine del pilota Martin Fluetes chiamato a guidare il bolide rosso insieme all’americano Caesar Bacarella. In quella occasione, a Fiorano, Lapo disse: "Amo le sfide: la passione per le competizioni e per la velocità è da sempre parte della mia vita, e sono elettrizzato all'idea che una Ferrari con una livrea firmata dai designer del centro Stile di Garage Italia correrà in un campionato così prestigioso come il Pirelli World Challenge”.

Poi è arrivato il giorno della presentazione della nuova Ferrari SF71-H e, per quanto sempre “presente” a questi elettrizzanti vernissage, questa volta ha pensato di scrivere una lettera…d’amore alla Scuderia. Ecco il testo: “Solo qualche giorno fa, Enzo Ferrari, avrebbe compiuto 120 anni e oggi, con la nuova SF71H, cara Scuderia Ferrari, gli hai fatto certamente uno dei regali più belli che lui potesse aspettarsi.   Con questa Rossa F1 hai fatto un grande regalo anche a tutti gli amanti del Cavallino, a Maranello, a Modena, all’Italia intera e alla sua gente. Ma non solo, perché Ferrari emoziona e appassiona i popoli di tutto il Mondo, una forza che pochi hanno.  Rosso è il colore della passione, del sangue, del nostro vino migliore. Rosso, per tutti, è il colore della Ferrari. Prima di tutto, davanti a tutto. Con questa nuova auto si guarda al passato, si torna ai momenti gloriosi che hanno scritto la storia dell’automobilismo, si torna al rosso puro.  F1 per me vuole dire massima espressione della tecnologia. Ma anche grande amore. Mai grande però, come quello che nutro, fin dal primo giorno, per la Scuderia Ferrari.  Per quest’anno ho un grande sogno. Vorrei infatti rivedere le Rosse dominare il Campionato. Vorrei vedere i suoi piloti, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, sui gradini più alti del podio. Questo, infatti, è quello che vi meritate.  Dicono che i sogni sono desideri, ebbene sì, questo è il mio e dei team delle mie aziende, Garage Italia e Italia Independent. Durante ogni prova, ogni qualifica, ogni pit stop e ogni gara, noi vi sosterremo e vi spingeremo con anima e cuore. Dietro al podio, vogliamo vedere sventolare la bandiera Italiana, la nostra bandiera, quella della nostra Scuderia.  In bocca al lupo ragazzi e sempre, FORZA FERRARI!”  

Per finire, venerdì scorso 2 marzo, la sua Garage Italia è diventata partner dell'Alfa Romeo Sauber F1 Team: il logo dell’azienda comparirà sul casco di Charles Leclerc. Ed ecco la dichiarazione di Lapo: “Da sempre credo nel dare l'opportunità ai giovani di dimostrare quanto valgono e sono estremamente convinto che i piloti dell'Alfa Romeo Sauber F1 Team otterranno grandi successi nella prossima stagione. Entrare nel mondo della Formula 1 al fianco dell'iconica Alfa Romeo, marchio a me molto caro, mi rende orgoglioso: insieme faremo grandi cose".

Bene, notoriamente Lapo Elkann è un tifoso genuino ed estremamente passionale della Ferrari alla quale non ha mai fatto mancare  il proprio incondizionato appoggio. Nei giorni del Gran Premio d’Italia è presenza fissa a Monza e magari quest’anno lo vedremo anche a Montecarlo, come faceva l’Avvocato. Ora le sue corde sono state solleticate anche dal roboante ritorno dell’Alfa Romeo, ma solo lui sa dove tutta questa sua aumentata esposizione, questo profondo trasporto per la patria Italia, il made in Italy, le corse, la Rossa e la F1 possono (e devono?) portarlo.

Nessun commento:

Posta un commento