Translate

martedì 13 marzo 2018

CECOTTO, 35 ANNI FA IL DEBUTTO IN F1

(13/3/2018) – Johnny Alberto Cecotto è stato un precoce e fulgido campione di motociclismo (campione classe 350 nel 1975 a 19 anni e 750 nel 1978) e, sbarcato in F1, dimostrò subito di quale stoffa era fatto. Il suo esordio nella massima formula avvenne esattamente 35 anni fa, il 13 marzo 1983, al Gran Premio del Brasile che si disputò sul circuito Jacarepaguà di Rio de Janeiro. Dopo due anni di F2, si accordò con la Theodore che in quell’anno  si era fusa con la Ensign-Ford Cosworth. Sul caldo circuito carioca si qualificò col 19° tempo su 26 partenti, togliendosi lo sfizio di essere davanti, tra gli altri, a Nigel Mansell su Lotus, Marc Surer su Arrows e Manfred Winkelhoc su ATS-Bmw. In gara, vinta da Nelson Piquet su Brabham-Bmw, tagliò il traguardo in 13^ posizione, davanti al compagno di squadra Roberto Guerrero. 

PRIMO PUNTO A LONG BEACH - Niente male, ma solo due settimane dopo a Long Beach, seconda gara della stagione, il venezuelano di origini italiane tirò subito fuori gli artigli della sua classe: giunse sesto, a punti! Già più a suo agio, pur tra le stradine sconnesse della città californiana, si qualificò 17° ancora davanti al più blasonato compagno di colori colombiano (26 decimi il distacco tra i due!). Quindi la gara: Johnny, accorto e concreto, portando la vettura al traguardo si assicurò il primo punto della carriera e il primo per un pilota di nazionalità venezuelana. Grande! Sarebbe, però, stato l’unico. Passato l’anno seguente alla Toleman dovette fare i conti con l’ascesa di un certo Ayrton Senna, rispetto al quale in termini velocistici non sfigurò, ma soprattutto con le conseguenze del terribile incidente occorsogli in prova a Brands Hatch che gli costò la frattura delle gambe e la fine di ogni altra possibile velleità di affermazione nella massima formula. I successi arrivarono con le vetture Turismo (Superturismo italiano nel 1989, tedesco nel 1993, ‘94 e ‘98, V8 Star nel 2001 e 2002) ma resta il rammarico per quello che avrebbe benissimo potuto essere e non è stato.

Nessun commento:

Posta un commento