Translate

mercoledì 20 settembre 2017

FLASHBACK / GP PORTOGALLO 1987. QUANDO PROST BEFFO’ BERGER A TRE GIRI DALLA FINE

(20/9/2017)PORTUGAL GRAND PRIX 1987. Che beffa per Gerhard Berger e la Ferrari il Gran Premio del Portogallo che si disputò il 20 settembre del 1987, trent’anni fa: a pochi giri dal termine quel volpone di Alain Prost su Mc Laren gli soffiò una meritata vittoria

LA GARA - Il pilota del Cavallino, allora compagno di squadra di Alboreto, era in grande forma e partì dalla pole position, ottenuta davanti a Mansell (Williams), Prost e Piquet (altra Williams) che quell’anno erano poi i veri contendenti al titolo. Una grande soddisfazione da regalare al vecchio Drake a Maranello era quanto mai possibile. La gara ebbe due start, dopo la bandiera rossa sventolata a causa di un contatto multiplo tra Brundle, Warwick e Nakajima che coinvolse anche altri piloti. Ebbene, Berger, bruciato al semaforo verde da Mansell, ci mise poco a riconquistare la leadership e ad involarsi perentoriamente verso il successo. Anche la fortuna sembrò dargli una mano e infatti Mansell e Senna (Louts) dovettero fermarsi ai box per noie meccaniche. La svolta avvenne dopo i pit-stop: da quel momento il francese della Mc Laren, passato in seconda posizione, cominciò ad inanellare una serie impressionante di giri più veloci fino a mettere nel mirino la rossa Ferrari. Un po’ la tensione del riavvicinamento e problemi di perdita di pressione giocarono un brutto scherzo a Berger che al 68° giro, tre al termine,  si intraversò in una curva veloce spalancando le porte della vittoria al campione del mondo in carica (sarebbe stata la 28^ per Prost che così superò Stewart) finendo per doversi accontentare del secondo posto. Terzo si classificò Nelson Piquet. 

Nessun commento:

Posta un commento