Translate

mercoledì 12 luglio 2017

BRITISH GP / 1. 1977, A SILVERSTONE IL DEBUTTO DI UNA STELLA: GILLES VILLENEUVE


(12/7/2017) SILVERSTONE 1977, FIRST RACE OF GILLES VILLENUVE. A Silverstone, Gran Premio d’Inghilterra del 16 luglio 1977, nacque una stella della F1: Gilles Villeneuve. Fu lì che avvenne il debutto del canadese ex pilota di motoslitte e campione incontrastato di Canadian F. Atlantic nel 1976 e 1977. Era  al volante di una Mc Laren M23 con il numero 40, e impressionò subito tutti. Enzo Ferrari compreso. La stoffa di un pilota si vede subito e quel novellino minuto, di poche parole ma tremendamente veloce dimostrò tutto il suo talento. Fece segnare il nono tempo in qualifica (1.19.32), quinta fila, davanti, per dire, a Jochen Mass che guidava una nuova Mc Laren M26 (1.19.55) e a Reutemann su Ferrari. Nel warm up, sorpresa delle sorprese, miglior tempo! Partenza e, con uno scatto felino, subito quinto. La sua Mc Laren era vecchia e un problema tecnico lo costrinse ad una sosta ai box, finendo per classificarsi undicesimo col il quinto miglior tempo in gara. Ma era riuscito nell’impresa di farsi notare. Eccome se ci era riuscito! D’altronde la F1 era il suo sogno e il suo obiettivo. Nel settembre 1976, in una gara dimostrativa di F. Atlantic sul circuito canadese di Trois Riviere, alla quale presero parte piloti titolati come Hunt, Jones, Brambilla, Laffite, Depailler, Gilles stracciò letteralmente tutti, vincendo con 15” di vantaggio. Si era poi presentato nei box del Gran Premio del Canada dove Ecclestone, allora titolare della Brabham, gli fece intravedere qualche possibilità. Chris Amon era un suo mentore. Lo stesso Hunt, memore della scoppola, ne raccontò meraviglie a Teddy Mayer e il patron Mc Laren gli fornì la chance di debuttare a Silverstone, opzione compresa per altre gare e il 1978. Il resto della storia è nota: in estate Lauda ruppe con la Ferrari e il Drake volle clamorosamente scommettere sul giovane e sconosciuto canadese che corse tutte le restanti gare della sua carriera per il Cavallino diventando l'idolo delle folle.

Nessun commento:

Posta un commento