Translate

giovedì 18 maggio 2017

HAPPY BIRTHDAY /HEINZ HARALD FRENTZEN 50 ANNI, LA SUA STORIA (ANCHE CURIOSA)

(18/5/2017) HAPPY 50th BIRTHDAY TO FRENTZEN. Heinz Harald Frentzen compie oggi 50 anni: buon compleanno a questo pilota tedesco di Monchengladbach (come Heidfeld) di madre spagnola che ha vinto tre gran premi di Formula 1 -  San Marino 1997, Magny Cours (sotto la pioggia) e Monza 1999 (più due pole) - ed è stato in lizza per la vittoria del titolo fino alla penultima gara nel 1999, la sua stagione migliore con la Jordan Mugen-Honda. 
Pur non essendo un personaggio, HHF ha fatto parlare di sé per tanti motivi, in pista e fuori pista. 

GLI ANNI MIGLIORI - Intanto faceva parte della celebre nidiata Mercedes che allevava, sotto le cure di Jochen Mass, futuri campioni come Michael Schumacher e Wendlinger con i quali fu in grande concorrenza già dalla F3 tedesca. Grazie alla casa di Stoccarda, che forniva i motori, approdò alla Sauber nel 1994, debutto al GP del Brasile. Anno difficile e drammatico per un deb che, tra l’altro, visse da vicino il grave infortunio del compagno di squadra Wendlinger a Montecarlo.  Nel 1997, passò alla competitiva Williams-Renault ma a vincere il titolo fu il compagno Jacques Villeneuve – lui vinse il suo primo GP a Imola – e resta curiosamente memorabile lo stesso miglior tempo in qualifica (1’21”972) a Jerez ottenuto congiuntamente a Jacques e Schumacher che poi in gara entrarono in contatto. A proposito di Schumacher, altra notizia che portò spesso HHF sui giornali è stata quella riguardante l'attuale moglie dell’ex ferrarista. Corinna era infatti la sua fidanzata, ma Michael è stato più veloce...


FINE CARRIERA - Dal 2001 al 2003, anno del ritiro, guidò anche la Prost e la Arrows ma ormai il trend ascendente si era interrotto.  Si è dedicato poi al DTM e ha corso la 24 Ore di Le Mans, fino alle più recenti apparizioni in GT Masters e al collaudo a Le Castellet della Tesla Model S P85 propedeutico al varo del primo campionato Electric GT (nel frattempo si è operato a un ginocchio). L’ultima curiosità che lo riguarda? Il padre aveva un’impresa di onoranze funebri che è stata rilevata, alla sua scomparsa, dalla sorella. Beh, alla guida dell’auto funebre per le strade di Monchengladbach spesso c’è lui.




Nessun commento:

Posta un commento