Translate

lunedì 20 febbraio 2017

HAPPY BIRTHDAY / AUGURI A ROGER PENSKE, "THE CAPTAIN" IS 80 TODAY!

(20/2/2017) – Quando si fa il nome di Roger Penske, ad un pilota gli si illuminano gli occhi. Per riconoscenza nei suoi confronti o per le grandiose aspettative che tale evocazione provoca. “The Captain” oggi compie 80 anni ed è uno dei più vincenti e rispettati team manager del motorsport mondiale. Il suo Team è sinonimo di massima organizzazione ed esperienza: quello che ci vuole per vincere nelle corse. Ma il pragmatismo, l’intelletto, la lungimiranza e la passione di questo americano di Shaker Heights non si esauriscono solo nell’ambito racing. Figlio d’un dirigente d’azienda e inizialmente proprietario di una concessionaria Chevrolet a Philadelphia è oggi Fondatore e Presidente della Penske Corporation, un vero impero attivo nel settore automotive (vendita, leasing, logistica ecc) con oltre 3.300 sedi e 50.000 dipendenti in tutto il mondo per un fatturato di oltre 26 miliardi di dollari. A livello personale, la rivista Forbes gli attribuisce un patrimonio da 1,4 miliardi di dollari.

DA MARK DONOHUE IN POI - Niente male per un vero appassionato di auto e di corse che negli anni ’50 si cimentava con ardore e belle soddisfazioni nelle prime competizioni, tanto da essere eletto Pilota dell’anno 1961 dallo Sports Car Club Association. Ma la vocazione era un’altra e, ritiratosi, nel 1965 fondò il Team Penske avviando subito un fortunato connubio con il popolare pilota connazionale Mark Donohue. Tempo 7 anni e, dopo le corroboranti affermazioni nella Can-Am, arrivò la prima vittoria alla 500 Miglia di Indianapolis e l’anno dopo, nel 1973, nella Nascar. L’ambizione non mancava e dall’anno successivo fu affrontata anche la F.1, prima per due gare con una Mc Laren rivista dal progettista Geoffrey Ferris, e poi a stagione intera. Purtroppo il 1975 fu segnato dall’incidente mortale occorso a Donohue a Zeltweg che cancellò la gioia per i due promettenti quinti posti ad Anderstorp e Silverstone. Nel 1976, paradossalmente, la prima vittoria, proprio in Austria con il barbuto Watson, non garantì al team americano il prosieguo del programma F1 a causa della perdita dello sponsor.

I PILOTI DI ROGER - Il Team di Roger Penske si sarebbe rifatto alla grande in Patria dove è divenuto il più vincente della categoria Indy e Nascar. Nel palmares figurano anche i trionfi nell’ALMS, dal 2006 al 2008, quale Team di appoggio della Porsche nella categoria LMP2. Tom Sneva, Rick Mears, Bobby e Al Unser jr, Danny Sullivan, Mario Andretti, Emerson Fittipaldi, Paul Tracy, Gil de Ferran, Helio Castoneves, Sam Hornish, Ryan Briscol, Will Power sono solo alcuni dei piloti della Indy Series (Allison, Wallace, Newman,  Myfield, Hornish jr e altri nella Nascar) che hanno legato il loro nome e le loro fortune a questo Team così prestigioso e vincente. La sfida continua: quest’anno è stata iscritta alla 500 Miglia di Indianapolis una quinta macchina per Juan Pablo Montoya!

Nessun commento:

Posta un commento