Translate

mercoledì 5 ottobre 2016

NICO ROSBERG COME DAMON HILL?

(5/10/2016) NICO ROSBERG LIKE DAMON HILL? Sì, Nico Rosberg ce la può fare a vincere il mondiale F1 2016 e a uguagliare Damon Hill. Se ci riuscisse diventerebbe infatti il secondo figlio d’arte a conquistare il titolo già nella bacheca del padre, impresa realizzata nel 1996 solo da Damon Hill che coronò il suo sogno e, nel contempo, riuscì a centrare il bis familiare. Papà Graham, grandissimo, aveva trionfato nel 1962 su BRM e nel 1968 su Lotus. Facendo gli scongiuri, Nico potrebbe invece eguagliare l’impresa di papà Keke che nel 1982, con una sola vittoria a Digione, si laureò campione su Williams nell’annata disgraziata degli incidenti di Villeneuve e Pironi.
Curiosamente, sia Nico che Damon hanno un casco nero (quello dell’inglese con le caratteristiche sei pale bianche del London Rowing Club al quale apparteneva orgogliosamente il padre). Ripetere in Formula 1 l’impresa vincente di un padre è obiettivo difficilissimo e infatti in 60 anni di storia siamo al momento ad un unico esempio. Chissà:  Jacques Villeneuve, campione nel 1997, avrebbe potuto essere uno di quelli se papà Gilles fosse rimasto in vita nel 1982. Altri ci hanno provato ma non hanno sfondato sia per la mediocrità delle monoposto a loro disposizione sia, probabilmente, anche per la pesante responsabilità di portate nomi troppo grandi. E’ il caso di Michael Andretti (in Mc Laren nel 1993), David Brabham (esordio su Brabham nel 1990 e poi in Simtek nel 1994) e di Nelson Piquet junior (in Renault nel 2008 e 2009) che si è rifatto diventando il primo campione della Formula E 2014/2015. Nico può avere anche questa motivazione nelle rimanenti cinque gare, anche se Hamilton proverà in tutti i modi a rinviare il proposito.
  

  

Nessun commento:

Posta un commento