Translate

mercoledì 12 ottobre 2016

ANNIVERSARY / 12 OTTOBRE 1936. COPPA VANDERBILT, NUVOLARI 80 ANNI FA EROE DEI DUE MONDI


(12/10/2016) – Sono trascorsi 80 anni dalla leggendaria vittoria della Coppa Vanderbilt, il 12 ottobre 1936, da parte di Tazio Nuvolari che da quel giorno divenne anche autentico “Eroe dei due mondi”. La gara che praticamente metteva a confronto la scuola europea e quella americana si svolse di lunedì, nel giorno del Columbus Day, sul tortuoso circuito Roosvelt Field, a circa 40 km da New York, davanti ad un folto pubblico. Il mitico Nivola, imbarcatosi sul transatlantico Rex a Genova con le quattro Alfa Romeo della Scuderia Ferrari, era partito deciso a imporsi anche in terra d’America dopo il bruciante schiaffo inferto alle Case tedesche un anno prima al Nurburgring. E così fu, diversamente dagli infruttuosi tentativi di Vincenzo Lancia. 
LA GARA - Il mantovano, superato il compagno di colori Brivio, andò in testa dopo poche curve e condusse la massacrante maratona motoristica – 75 giri su terra battuta – fino alla bandiera a scacchi. Tutti poterono ammirare la sua caratteristica e particolare tecnica di guida che gli permise di allungare progressivamente sugli altri 42 avversari e di fiaccare la resistenza del più indomito degli avversari yankee, Billy Winn (non parteciparono né Auto Union né Mercedes). Ad un certo punto andava a 11 cilindri ma il cambio della candela ai box rimise a regime il motore milanese e l’unica preoccupazione fu di salvaguardare gli pneumatici Pirelli e di effettuare senza problemi i numerosi doppiaggi. Dopo 4 ore e mezza di gara, Nuvolari precedette sul traguardo Wimille su Bugatti, e gli altri alfisti Antonio Brivio e Raymond Sommer. Una dimostrazione di classe e di superiorità che moltiplicò la fama di Nuvolari e il suo conto in banca: l’incontrastato successo americano gli valse, oltre la mitica coppa in argento da 14 chili e 78 cm di altezza, 20mila dollari più almeno 5mila dollari di premi intermedi. 

Nessun commento:

Posta un commento