Translate

venerdì 2 settembre 2016

MONZA STORIES / 2. GLORIA PER SCARFIOTTI, UN ITALIANO PRIMO AL GP D'ITALIA 1966!

(2/9/2016) - Monza 4 settembre 1966. Una delle pagine più gloriose scritte a Monza: un italiano, Ludovico Lulù Scarfiotti,  per di più su Ferrari, la 312 F1 66, tornava a vincere il Gran Premio d’Italia 14 anni dopo l’ultima affermazione tricolore ad opera di Alberto Ascari. Sono passati 50 anni e nessun altro italiano è riuscito nell’impresa (ci andò vicino Alboreto, secondo nel 1988). Il podio fu una festa, con l’altro ferrarista Mike Parkes secondo, dopo aver centrato la pole position. Fu una corsa molto serrata, al culmine di un’annata tribolata per la Ferrari che aveva vissuto il doloroso divorzio da John Surtees e il passaggio dagli pneumatici Dunlop ai Firestone, alla ricerca della massima competitività. In più, tra i piloti era scattata la “corsa” interna per la conferma e l’attribuzione dei “galloni” di prima guida con Bandini intenzionato ad affermare la sua supremazia. Quel giorno, comunque, Scarfiotti - una parentela con la famiglia Agnelli - che si era guadagnato la fiducia del Drake grazie ai successi nel campionato europeo della Montagna, fu impeccabile. Nulla poterono le ambizioni di rivalsa di Surtees, passato alla Cooper-Maserati, e la verve di Hulme, anche se quel giorno il titolo fu assegnato matematicamente a Jack Brabham, primo (e finora inimitato) a vincere su una monoposto che portava il suo nome.

Nessun commento:

Posta un commento