Translate

venerdì 2 settembre 2016

HAPPY BIRTHDAY / OLIVIER PANIS 50 ANNI E MOLTI RIMPIANTI

(2/9/2016)JOYEAUX ANNIVERSAIRE, PANIS 50 YEARS OLD. Auguri di buon compleanno a Olivier Panis che oggi compie 50 anni. Per alcuni anni è stato il pilota sul quale la Francia ha potuto contare per rinverdire antichi fasti in Formula 1 ma alla fine il bilancio è stato troppo magro. Eppure Olivier dimostrò di poter essere competitivo ma i contesti nei quali fu inserito non sono stati mai fluidi e costanti, condizioni necessarie per essere vincenti nella spietata massima formula. Vincitore del campionato di F.3000 nel 1993, l’anno dopo esordì con la Ligier affidata prima a Briatore e poi a Tom Walkinshow . Un po’ di confusione ma bei secondi posti al Gp di Germania (1994) e al Gp d’Australia (1995) e tanti piazzamenti: Olivier doveva crescere ma la base era buona, come d’altronde per tanti piloti francesi. 
Nel 1996, arrivò addirittura una vittoria, seppur rocambolesca, al GP di Monaco, che rilanciò le sue azioni (http://motor-chicche.blogspot.it/2014/05/lultimo-francese-panis-ricorda-monaco_21.html).  Solo che l’anno dopo la Ligier divenne…Prost: terzo in Brasile, secondo in Spagna e purtroppo a muro, per cedimento meccanico, in Canada. Frattura delle gambe e carriera anch’essa spezzata. Arrivò il giovane e talentuoso Trulli che attirò l’attenzione e mise in ombra il rientrante francese. Da allora, le esperienze negative alla Bar e alla Toyota non fornirono più risultati tali da garantirgli un posto, fino al ritiro annunciato nel 2004. Sfortuna, occasioni mancate, grandi soddisfazioni. Panis tornò al volante nel campionato LMS nel Trofeo Andros, del quale è superbo interprete, ha corso la 24 Ore di Le Mans, vinto la 12 Ore di Sebring (2011). Nel GT francese strinse amicizia col portiere-pilota Fabien Barthez col quale ha fondato un team, collaborazione tecnica del team Tech 1, attivo nella European Le Mans Series, ma un occhio di riguardo lo riserva naturalmente al figlio Aurelien, 22 anni, impegnato nella FV8 con la Arden nella scalata alla F1.

Nessun commento:

Posta un commento