Translate

venerdì 26 agosto 2016

HAPPY BIRTHDAY / MARK WEBBER 40 ANNI, SPORTIVO VERO (ORA ANCHE SPOSATO)

(26/8/2016) MARK WEBBER 40 YEARS OLD, TRUE SPORTSMAN (AND NOW MARRIED) . Il regalo per i 40 anni di Mark Webber che compirà domani 27 agosto? Secondo l’Herald Sun il pilota australiano si è segretamente sposato con Ann Neal, la donna che da molti anni lo accompagna in giro per il mondo come manager e come compagna di vita. Tredici anni di differenza – lei è più grande - che hanno creato in passato qualche frizione con la famiglia dell’ex F1 ma che è stata evidentemente superata. Un atto che fa parte del carattere e dell’approccio che Mark ha nei confronti della vita: poco apparire, molta ragionevole sostanza, regole, lealtà. Un metodo che nel mondo spietato della F1 non ha pagato: nel dream team Red Bull, dove ha lottato per il titolo mondiale, è stato letteralmente schiacciato da Vettel, bravo ma più arcigno ragazzo. Né ha potuto contare sull’appoggio di Helmut Markko col quale i rapporti divennero ben presto gelidi. Uno come lui cosa poteva fare, se non salutare tutti e ricominciare da qualche altra parte? Talmente ragionatore da aver respinto persino l’interessamento della Ferrari. Nel WEC, alla Porsche, si sta prendendo le sue belle soddisfazioni: l’anno scorso si è laureato campione mondiale nella classifica piloti e state certi che la vittoria alla 24 Ore di Le Mans è un preciso obiettivo. Sta vivendo molto bene questa sua nuova esperienza: lo stress è ridotto ed è molto affiatato con i compagni di volante Timo Bernhard e Brendon Hartley. Cosa gli manca della F1 (9 vittorie, 13 pole)? In un’intervista su cnn.com ha confessato: “Lavorare con gente del calibro di Adrian Newey e poi era gratificante essere coinvolti in quei ritmi così intensi”. Ma gli risulta altrettanto gratificante essere coinvolto nel lavoro di sviluppo della Porsche “Un brand fenomenale”, ha aggiunto. Per poi concludere, a fronte degli anni che passano: “Più invecchi più un secondo posto ti fa schifo, vuoi solo vincere il più spesso possibile”. E lui ci proverà ancora.

Nessun commento:

Posta un commento