Translate

sabato 13 agosto 2016

FLASHBACK / GP AUSTRIA 1976. PRIMA VITTORIA IN F1 PER WATSON E LA PENSKE

(13/8/2016)Gran Premio d’Austria a Ferragosto nel 1976 e doppia prima vittoria in F1: per John Watson e per la Penske. Sul circuito lungo quasi 6 km di Zeltweg si correva due settimane dopo la gara del Nurburgring e Hunt aveva l’occasione per accorciare decisamente il distacco dall’alfiere della Ferrari Niki Lauda convalescente. Enzo Ferrari, tra l’altro, aveva deciso di non schierare nemmeno Ragazzoni per protestare contro il verdetto sfavorevole a Maranello sul GP di Spagna. L’inglese della Mc Laren partì in pole position ma accanto a lui c’era proprio l’irlandese Watson, pronto a cogliere l’occasione dopo due terzi posti in Francia e Inghilterra. La pioggia, però, costituì una variabile impazzita per tutti. Prima ritardò di mezz’ora la partenza e dopo lo start rifece capolino costringendo i piloti a vere e proprie acrobazie sulla veloce e pericolosa pista austriaca. 
Watson, partito bene a differenza di Hunt, venne ben presto superato da Peterson e Scheckter davvero scatenati ma la prudenza pagò. Lo svedese con il passare dei giri fu costretto a rallentare mentre il sudafricano dovette ritirarsi per la rottura di una sospensione e l’attesa rimonta di Hunt non si verificò per grossi problemi di sovrasterzo alla sua M23. Per Watson fu quindi facile controllare la situazione e vincere con oltre 10 secondi di vantaggio su Laffite e Nilsson per la gioia sua e di patron Roger Penske. L’irlandese tenne fede alla promessa di tagliarsi la folta barba mentre per il mitico costruttore americano fu l’occasione per omaggiare la memoria d Mark Donohue, suo pilota e amico che l’anno prima aveva trovato la morte proprio in Austria. Per la Penske sembrava la consacrazione ma lo sponsor First National City decise di appoggiare nel 1977 il pupillo Peterson passato alla Tyrrell e quel grand prix rimase l’exploit americano in Formula 1 mentre il buon Watson si accasò alla Brabham Alfa Romeo. 

Nessun commento:

Posta un commento