Translate

venerdì 10 giugno 2016

STEWART, IL COMPLEANNO DELLA PAURA NEL 1966 A SPA

(10/6/2016)STEWART, BIRTHDAY FEAR AT SPA 1966. Credo che Sir Jacky Stewart, neo ambasciatore F1 Heineken e che domani compie 77 anni, non abbia dimenticato il suo compleanno del 1966: il giorno dopo, ormai  50 anni fa, scampò infatti miracolosamente al più grave incidente della sua carriera a Spa. L’allora giovane e grande promessa scozzese dell’automobilismo aveva festeggiato i 27 anni in Belgio dove si trovava per correre la seconda prova del mondiale di Formula 1 sul lungo e temibile circuito. Stewart pilotava una BRM, marca con la quale aveva esordito l’anno prima vincendo subito a Montecarlo. Quella domenica, Giove pluvio decise di scatenarsi all’improvviso cogliendo tutti di sorpresa. 
I primi a farne le spese, all’altezza della collina di Burnenville, furono Spence, Siffert, Hulme e lo svedese Bonnier che si fermò fortunatamente a ridosso di una fattoria. Più gravi le conseguenze per un altro plotoncino di piloti in difficoltà verso la zona di Maste. Rindt fu autore di una serie impressionante di testa-coda ad altissima velocità ma riuscì a proseguire; Bondurant cappottò invece fuori pista. Stewart, come detto, patì le conseguenze  peggiori: la monoposto inglese ormai senza controllo abbattè pali del telegrafo e recinzioni fermandosi infine all’ingresso di un casolare. Distrutta, inondò di benzina il povero e ferito Stewart e solo il provvidenziale intervento di Graham Hill, che fermò la sua macchina per prestare soccorso, salvò dalle fiamme il pilota scozzese. Stewart si rimise presto: lo aspettava il primo dei tre mondiali vinti.

Nessun commento:

Posta un commento