Translate

mercoledì 1 giugno 2016

HAPPY BIRTHDAY / JAN LAMMERS 60 ANNI, L'ETERNO RAGAZZO OLANDESE

(1/2/2016) – A proposito di piloti olandesi: domani 2 giugno compie 60 anni Jan Lammers, ex enfant prodige del paese dei tulipani. E’ nato nel 1956 a Zandvoort, e con questo ho detto tutto: il circuito in riva al mare, che ha ospitato tanta storia della F1, fu la scintilla che accese il sacro fuoco del piccolo, ma velocissimo ragazzo.  In pista già a 16 anni, c’è rimasto per altri 40. Suoi mentori?  Il maestro Rob Slotemaker e Jan Bik,, proprietario, curiosamente, di un bordello di Amsterdam. Per il resto, tutto merito del suo precoce talento. Nel 1978 vinse l’Europeo di F3 dopo una battaglia infernale con Olofsson e l’anno dopo, a soli 22 anni, era già in Formula 1 alla Shadow, insieme a Elio De Angelis. 
Pochi risultati, per la verità, con monoposto poco competitive come ATS, Ensign, Theodore. Lammers detiene un curioso record: è il pilota con la più lunga assenza dai Gran Premi. Dal suo ultimo GP di Olanda 1982 rientrò al GP del Giappone 1992 con la March, 10 anni e 164 gare dopo! Ma il Circus non era destinato a dargli soddisfazioni. Che arrivarono invece dal mondo GT e Endurance. Si affermò alla 24 Ore di le Mans del 1988 in equipaggio con Andy Wallace e Johnny Dumfries riportando al successo una Jaguar, la XJR-9, dopo 31 anni di astinenza. Guidò per un interminabile turno, 13 ore, che gli valse il prestigioso titolo inglese di Honorary Member of the BRDC. Due anni dopo, nel 1990, vinse anche la 24 Ore di Daytona. Le motivazioni non si erano esaurite e Jan si battè in tante categorie, Sports car e GT. Nel 2000 creò il team Racing for Holland, impegnato in molti campionati compreso l’A1 Grand Prix ma fu un’esperienza dura  e difficile, che lo minò economicamente. Ma Jan oggi è uno sportivo senza rimpianti: “Ho fatto per tanti anni quello che amavo fare”.

Nessun commento:

Posta un commento