Translate

venerdì 8 aprile 2016

HAPPY BIRTHDAY / MARK BLUNDELL 50 ANNI E L’OCCASIONE MANCATA WILLIAMS

Mark Blundell oggi
(8/4/2016) – Ecco un altro pilota della scuola inglese che non ha trovato fortuna in Formula 1: è Mark Blundell al quale oggi vanno gli auguri di buon compleanno: 50 anni! E’ rimasto nel mondo dei motori in veste di commentatore TV e di CEO della MB Partners Sports Management Agency: lo spagnolo Roberto Mehri è tra i suoi “pupilli”. Poca fortuna, dicevo, ma buoni risultati e … un rammarico. Sì, perché dopo il motocross, la F. Ford e la F.3000 le sue qualità vennero notate dalla Williams che lo volle come tester dall’inverno del 1989. Troppo grossa, però, l’opportunità del debutto con la Brabham-Yamaha nel 1991 a Phoenix. Arrivò anche il primo punto già a Spa, ma anni dopo Mark giudicherà quella scelta frettolosa, visti i successi conseguiti dal team di Sir Frank e invece il naufragio del team che fece campione Piquet. 
Nel 1992 ebbe modo di rifarsi alla grande vincendo la 24 Ore di Le Mans insieme a Warwick e Dalmas sulla Peugeot 905. Dal 1993 ritrovò la F1, prima con la Ligier-Renault, insieme al connazionale Martin Brundle, e poi alla Tyrrell-Yamaha, cogliendo buoni terzi posti in Sudafrica e in Germania (1993) e in Spagna (1994). Nel 1995 il repentino divorzio di Mansell dalla Mc Laren gli aprì le porte del team di Ron Dennis – del quale era stato nel 1992 collaudatore - al primo anno del fortunato connubio motoristico con la Mercedes. Il miglior risultato, quarto posto al GP d’Italia, non gli garantì il posto. Tra il 1996 e il 2000 eccolo infine a cercar fortuna in America, nella serie CART: tre vittorie e un brutto incidente durante dei test per la PacWest. 

Nessun commento:

Posta un commento