Translate

mercoledì 10 febbraio 2016

PASCAL WEHRLEIN ALLA MANOR: LA F1 PARLA SEMPRE PIU' TEDESCO

(10/2/2016) – E così Pascal Wehrlein ce l’ha fatta a coronare il suo sogno “da quando avevo 6 anni”: è finalmente in Formula 1 come nuovo pilota della Manor e diventa il quarto tedesco del Circus, dopo Vettel, Rosberg e Hulkenberg. Wehrlein, padre tedesco e madre mauritiana, nato a Sigmaringen il 18 ottobre 1994, ha solo 21 anni ed è appassionato di calcio, snowboard e tennis tavolo. Oltre al Turismo tedesco, si è disimpegnato in pista anche con la F.3 europea (Mucke Motorsport). Il percorso di avvicinamento alla F1 è avvenuto grazie alla posizione di tester Mercedes e Force India che gli consentirà di non essere del tutto a digiuno di potenze e parametri con i quali dovrà confrontarsi a tempo pieno fin dai test collettivi del 22 febbraio a Barcellona. “Manor Racing è un grande posto dove iniziare la mia carriera in F1. Grazie per l’incredibile sostegno fornitomi per raggiungere il mio sogno”, ha twittato. Decisivo per questo salto di carriera l’intervento della Mercedes e di Toto Wolff, sempre più “patron” del paddock, che ha così premiato come meglio non  poteva Pascal per la vittoria del campionato tedesco DTM – è stato il più giovane vincitore della categoria - e dimostrato, aggiungo io, che attraverso la fornitura del motore  si possono accampare certi diritti, non sfruttati da altri... 
Ora la Germania è rappresentata in F1 da una Scuderia, quattro piloti, quattro motori e...la Safety Car!! Per Wehrlein si tratta di un’occasione unica: la Manor, cenerentola 2015, ha fatto grande campagna acquisti mettendo sotto contratto tecnici di valore come gli ex ferraristi Tombazis e Pat Fry, senza dimenticare il motorone Mercedes che prende il posto del Ferrari. Certo, non sarà facile risalire la china ma ci sono gli ingredienti giusti per fare bene. 

Nessun commento:

Posta un commento