Translate

mercoledì 23 dicembre 2015

ANNIVERSARY / 24 DICEMBRE 1985. MUORE IL PRINCIPE BIRA, CLASSE ESOTICA

(23/5/2015) – Domani 24 dicembre, ricorre il 30° anniversario della morte di Birabongse Bhanutej Bhanubandh del Siam. Per gli appassionati: il principe Bira, primo pilota del sud-est asiatico a competere con un certo successo con le quattroruote, oltre ad aver donato un fascinoso tocco di esotismo al mondo dei motori. Arrivava spesso sui teatri di gara in aereo, accompagnato da avvenenti signore e…da un cagnolino bianco. Thailandese di Bangkok, era nipote di Re Mongkut e, una volta trasferitosi in Inghilterra per studiare a Cambridge, la patria dell’automobilismo fece sbocciare la sua predisposizione per la velocità. Grazie al cugino possessore del team White Mouse Racing potè esordire nel 1935 e un anno dopo riuscì addirittura a conseguire la prima vittoria, tra l’altro sul duro tracciato di Montecarlo, sulla “Bira Blu”. Solo la Grande Guerra sbarrò la sua ascesa ma non la sua irrefrenabile passione. Nel 1950 era infatti in griglia di partenza dei grand prix del nascente campionato del mondo di F1 al quale prese parte fino al 1954 guidando le Maserati delle Scuderie Platè, Siam, Milano e Officine Alfieri Maserati, con l’intermezzo Connaught dell’Equipe Gordini nel 1953 e finale da privato sulla mitica 250 F. Miglior risultato: 4° posto nel Gran premio di Svizzera del 1950 e un successo in Nuova Zelanda extra campionato nel 1955. Da ricordare anche due partecipazioni alla 24 Ore di Le Mans: 1939 e 1954. Dopo le corse, il suo talento sportivo si espresse nella Vela, disciplina nella quale partecipò a ben quattro Olimpiadi. Il 24 dicembre 1985 un anziano signore (aveva 71 anni) si accasciò improvvisamente nella stazione della metropolitana londinese di Barons Court, fulminato da un infarto. Venne riconosciuto solo in seguito. Nella tasca aveva una lettera indirizzata al figlio, perso a 17 anni per un tumore al fegato.

Nessun commento:

Posta un commento