Translate

martedì 3 novembre 2015

GIA' FINITA LA FAVOLA DI DANIEL RICCIARDO?

(3/11/2015) – E’ un momento molto delicato per il futuro di Daniel Ricciardo. Il pilota australiano, vera rivelazione del 2014 con le sue tre vittorie che tra l’altro misero in ombra il compagno di volante Seb Vettel, si ritrova invischiato nella diatriba sportiva e politica che sta mettendo in forse la sopravvivenza della Red Bull e sua in Formula 1. Poco tempo fa, Daniel aveva saggiamente stimato in un paio di anni il credito che l’ambiente gli avrebbe tributato grazie a quelle strabilianti affermazioni. L’attuale stagione pare ormai andata: i problemi della monoposto di Milton Keynes non sono stati risolti e da qualche gara il compagno di squadra Kvyat sembra proprio avere un passo superiore, in prova e in gara. Chris Horner ha comunque annunciato che i due sono confermatissimi. Il pilota di origini italiane sa però che le situazioni, in F1, cambiano molto velocemente. E si sta muovendo di conseguenza. Daniel si è infatti recentemente affidato ad una società di Management sportivo, l’Areté di Simon Bayliff, che in passato ha assistito per esempio il calciatore David Beckham e attualmente il ciclista Mark Cavendish. E’ fresca anche la notizia dell’offerta di un volante per le gare stradali della Nascar Xfinity Series da parte di Dale Earnhardt Junior. Di sicuro, Ricciardo, molto amato dai tifosi della Rossa, tiene inoltre d’occhio il secondo sedile della Ferrari che nel 2017 sarà di nuovo in lizza. Insomma si è davvero alla vigilia di una svolta decisiva della sua carriera per questo “assassino con la faccia d’angelo”, come lo ha definito il connazionale campione del mondo 1980 Alan Jones riferendosi alla sua determinazione in pista. “Se si mettesse un motore Mercedes su quella maledetta Red Bull – ha aggiunto – sarebbe senz’altro un concorrente nella lotta al titolo”. Intanto, c’è da concludere positivamente il campionato a Interlagos e Yas Marina; poi Daniel sarà alla Race of Champions di Londra il 21-22 novembre e guest star il 13 dicembre al Perth Speed Festival.

Nessun commento:

Posta un commento