Translate

giovedì 10 settembre 2015

BERGER RISCHIO' AL GP DI MONZA 1995...PER UNA TELECAMERA

(10/9/2015) – A proposito di sicurezza in F1 e di protezione della testa dei piloti. Giusto 20 anni fa, durante il Gran Premio d’Italia del 1995, fu sfiorata la più assurda delle tragedie...a causa della telecamerina montata on board sulle monoposto! Protagoniste le due Ferrari allora pilotate da Alesi e Berger, tra l’altro alle loro ultime corse con la tuta del Cavallino (erano in arrivo Schumacher e Irvine). Ebbene, sembrava la giornata giusta per regalare un trionfo rosso al folto pubblico monzese – tra buone qualifiche e ritiro in gara di Schumacher e Damon Hill - ma tutto si risolse con un grosso spavento (e una grande delusione). Il francese, scatenato, precedeva il compagno di squadra quando prima della staccata alla Roggia, si staccò la telecamera fissata sul muso della sua Rossa. Fortunatamente, l’apparecchiatura sibilò velocissima verso la macchina dell’austriaco senza alzarsi più di tanto fino a impattare contro la sospensione anteriore sinistra che cedette di schianto. Basta ricordare quanto successe a Felipe Massa in Ungheria nel 2009 per capire il pericolo corso e le conseguenze scampate. Un ricordo che pone ancor più l’accento sulla pressante necessità – vedi recente morte del povero Justin Wilson – di fare qualcosa per salvaguardare la zona testa una volta in abitacolo. E Alesi, quel giorno? Volava verso la vittoria quando un cuscinetto tradì la sua verve costringendolo al ritiro e ad essere paternamente consolato al box da Jean Todt.

Nessun commento:

Posta un commento