Translate

mercoledì 9 settembre 2015

HONDA PROJECT 2&4, UN PO' MOTOGP UN PO' F1


(9/9/2015) – Al 66°Salone di Francoforte – dal 19 al 27 settembre – ci sarà una insolita quanto interessante vettura: la Honda Project 2&4 powered by RC213V. Il motore è quello da competizione della RC213V MotoGP, ovviamente modificato per renderlo idoneo a circolare sulle strade aperte al traffico, mentre il design delle sovrastrutture e la posizione del motore sono ispirati alla Honda RA272 del 1965 che regalò la prima vittoria in Formula 1. Il cambio è a sei rapporti a doppia frizione (DCT, Dual Clutch Transmission).  Tutto concepito dal reparto R&D moto di Honda con sede ad Asaka e progettato in collaborazione con il reparto R&D auto situato a Wako. Insomma, come specificano dal Giappone, una realizzazione che “coniuga le esclusive competenze del marchio nella mobilità a due e a quattro ruote e che offre la libertà di una moto e la manovrabilità di un’auto”. Oltre 80 designer e progettisti hanno partecipato al concorso "Global Design Project" che la Casa organizza internamente come parte....

dell’iniziativa del marchio mirata a stimolare la creatività come un unico "Team Honda".  L’obiettivo di questo concorso annuale tra i reparti R&D Honda è di sfidare i membri di team e progetti a condividere un unico obiettivo per il raggiungimento di obiettivi fortemente ambiziosi. La struttura lascia in vista  il telaio e le parti funzionali dell’auto, proprio come avviene per una moto, rispetto alla quale è altrettanto compatta. La lunghezza complessiva è di 3.040 mm, la larghezza di 1.820 mm e l’altezza di 995 mm. Il peso, pari a soli 405 kg, massimizza l’effetto della potenza del motore, collocato in posizione centrale e che, unitamente al baricentro basso, garantisce elevati livelli di reattività. Esclusivo è anche il sedile del conducente, sospeso appena sopra il livello dell’asfalto.

Nessun commento:

Posta un commento