Translate

lunedì 27 luglio 2015

HAMILTON CONTINUA A FARSI DEL MALE (a parte Rihanna)

(27/7/2015) – La capacità di Lewis Hamilton di rovinare alcune gare nelle quali ogni pronostico gli è a favore è stupefacente. Cosa succede al pilota inglese, reduce dai tanti errori in Ungheria? E soprattutto: è un difetto congenito oppure frutto di momenti negativi contingenti? Sentiamo lui, che almeno ha avuto la correttezza di chiedere scusa alla squadra: “Non ho spiegazioni per la gara, una delle mie peggiori. Non so dire se si sia trattato di un problema di concentrazione o qualcos’altro. Questa notte ho dormito male ma non mi aspettavo che andasse in questa maniera, soprattutto dopo  un fine settimana così buono. In partenza siamo scattati male anche questa volta e anche qui dobbiamo capire perché. Così non va bene". 

La cosa non è necessariamente in diretta connessione ma c’è da dire che in Inghilterra alcuni giornali (Mail on Line, The Sun) parlano ultimamente di un Hamilton letteralmente rapito dalla seducente Rihanna, la cantante con la quale pare la frequentazione sia ormai più di un felice flirt. Due sabati fa sarebbero stati insieme a cena in un ristorante di New York e poi in discoteca fino all’alba. Detto questo, c’è da dire però che all’Hungaroring il due volte iridato aveva dominato con grande autorevolezza tutte le prove. Poi il “corto-circuito” domenicale: partenza sbagliata, l’attacco fallito a Rosberg (escursione nella terra), il colpevole contatto con Ricciardo (drive throug). Insomma, come gli succede spesso è andato in tilt. Ricordiamo l’eccessiva apprensione di Montecarlo che gli è costata la vittoria (anche lì dopo un dominio incontrastato), il tentato sorpasso troppo avventato a Massa alla ripartenza post Safety Car a Silverstone che poteva costargli caro. Molto più indietro: lo scriteriato attacco al compagno di squadra Alonso nel 2007 a Interlagos del quale Raikkonen ancora ringrazia. Insomma Lewis: sei consapevole di essere un campione del mondo?

Nessun commento:

Posta un commento