Translate

martedì 23 giugno 2015

E VENNE IL FUOCO CHE SPENSE L'ACQUA

(23/6/2015) – Nonostante la pioggia abbia sostanzialmente rovinato la “storica” giornata, Antonio Fuoco non dimenticherà questo esordio su una Formula 1, la Ferrari, per i test post Gran Premio di Austria allo Spielberg. Anzi, visto il cielo plumbeo, il rosso della SF15-T gli rimarrà ancora più impresso negli occhi e nel cuore. Ce ne eravamo occupati e il gran momento è arrivato (http://motorchicche.blogspot.it/2013/04/fuoco-del-sud-nemmeno-17-anni-il-pilota.html). 
Lui ha diligentemente svolto il compito assegnatogli - un'uscita di pista ci può stare, stava già cercando di forzare - prima di cedere domani  la monoposto al terzo pilota di Maranello, Gutierrez. Il pilota calabrese della Ferrari Driver Academy, attualmente impegnato in GP3 Series, segue così la scia inaugurata a Magny-Cours nel 2012 da Davide Rigon – tornato in azione anche nel 2013 a Silverstone – dei giovani italiani schierati dalla Scuderia Ferrari in occasione di test ufficiali. Dopo l’esperienza di Raffaele Marciello, suo compagno d’accademia, impegnato prima nei test di Abu Dhabi 2014 e poi per il Day 1 di Barcellona nel maggio scorso, oggi il debutto di Fuoco è stato battezzato da una violenta pioggia, che purtroppo non ha concesso tregua sino all’ora di pranzo. Ma si è trattato di una presa d’atto importante, soprattutto per un ragazzo – ha solo 19 anni – del Sud, parte d’Italia che per la Ferrari fa tornare alla mente il siciliano Vaccarella, il calabrese Giunti. Tutti piloti validissimi e molto apprezzati dal Drake. 

Nessun commento:

Posta un commento