Translate

venerdì 10 aprile 2015

ALPINE E DATSUN, IL RITORNO DI DUE MARCHI STORICI

(10/4/2015)Alpine e Datsun ritornano: due storici marchi automobilistici, protagonisti anche nelle corse, provano a guadagnare di nuovo le luci della ribalta. Finite in un cono d’ombra per molto tempo, i rispettivi proprietari, Renault e Nissan, hanno deciso che è tempo di tornare in strada e stanno lavorando per assicurare loro nuova visibilità e futuro. L’anno prossimo, così ha dichiarato Bruno Ancelin, Vice Presidente Esecutivo di Renault, dovrebbe essere la volta della Alpine. Il primo modello, una due posti sportiva già denominata AS1, secondo i programmi dovrà essere necessariamente seguito da una ampia gamma, compreso un ibrido. Da ricordare che nel 2012, il progetto era stato condiviso con la Caterham che poi si è sfilata. L’obiettivo (arduo ma non impossibile): competere con Porsche e Audi. Quest’anno ricorrono i 60 anni da quando Jean Radelè, figlio di un concessionario Renault, avviò in quel di Dieppe la prima fabbrica Alpine. 
L’inizio di una storia brillante, con particolari successi ad inizio anni ’70 anche nei rally: Alpine è un marchio sportivo e tale dovrà rinascere. I rally sono stati terreno di successi anche per la Datsun: davvero leggendarie le affermazioni soprattutto al durissimo Safari africano dove Edgar Hermann (2 volte) e poi Shekhar Metha (4 volte, ultima nel 1981) sembravano aver trovato la formula magica. Per quanto riguarda la pista, se ne vedevano in America: ne possedeva una anche Paul Newman, utilizzata nel campionato Imsa. Ebbene, il marchio, seppur modificato – 84 anni di vita – caratterizza ora le calandre di nuove vetture dal design attraente e prezzo abbordabile destinate però ai mercati in crescita: India, Indonesia, Russia e Sud Africa.



1 commento:

  1. Sono davvero entusiasta di questo articolo....erano due macchine fantastiche e sarebbe stato un peccato enorme non riproporle sul mercato. Complimenti a coloro che hanno preso questa decisione

    RispondiElimina