Translate

lunedì 30 marzo 2015

IN & OUT / GP LONG BEACH 30 MARZO1980. Piquet prima vittoria, Regazzoni incidente da ko

(30/3/2015) – Giusto 35 anni fa, il gran premio degli Usa Ovest a Long Beach riservò due grandi e contrastanti emozioni. Quel giorno Nelson Piquet vinse il suo primo Gran Premio, ma nella stessa occasione Clay Ragazzoni fu protagonista di uno spaventoso incidente che pose fine alla sua carriera e alla sua vita abituale. Il brasiliano, allora 27 anni, confermando quanto di buono fece vedere già l’anno prima quale compagno di squadra dell’esperto Niki Lauda, sfruttò a meraviglia l’ottima Brabham BT49 B Cosworth e al quarto appuntamento stagionale conquistò pole position, giro più veloce e gara, in testa dall’inizio alla fine. Vincerà altre due gare (Olanda e Monza) e solo una grande Williams permise ad Alan Jones di vincere la volata per il titolo mondiale. 
Mentre Nelson s’involava verso la vittoria, al 50° giro su 80, Regazzoni, allora 40 anni (il più anziano del lotto), sulla mediocre Ensign, era quarto grazie a numerosi ritiri, nonostante fosse partito in ultima fila. Ma mentre affrontava a 250 Km/h la parte più veloce del tracciato cittadino californiano, il dramma: rottura dei freni. In una frazione di secondo, lo svizzero tolse i contatti del motore, tentò di scalare marce (ma il cambio si bloccò in folle), cercò di intraversare la macchina finchè rimbalzò violentemente contro la Brabham di Zunino incidentata, rimasta colpevolmente nella via di fuga, per arrestare infine la sua folle corsa contro un muretto approssimativamente protetto da pile di pneumatici. L’ex ferrarista uscì vivo dal terribile impatto ma i traumi alla colonna vertebrale (rottura della 12^ vertebra) lo costringeranno per sempre alla sedia a rotelle e a terminare, dopo 132 gran premi e 5 vittorie, la sua luminosa carriera in Formula 1. 

Nessun commento:

Posta un commento