Translate

lunedì 2 febbraio 2015

UNA FERRARI ROLLING STONES


(2/2/2015) – La Ferrari SF 15 T, la Ferrari Rolling Stones, è partita col piede giusto: a Jerez Vettel si è tolto la soddisfazione del miglior tempo al termine della prima giornata di prove. Perché “Rolling Stones”? Beh, molti hanno parlato del nuovo muso della Rossa che effettivamente sembra una lunga lingua rossa, come il simbolo del celebre gruppo rock inglese in auge dagli anni ’60. Tocca ora agli uomini di Maranello “suonare la musica giusta” e le cose sembrano girare per il verso buono anche se lo stesso tedesco ha poi naturalmente calmato gli animi. La notizia sarebbe una Mercedes che va più piano o almeno non più veloce dello scorso anno… Ma solitamente il buongiorno si vede dal mattino e anche l’ambiente, dopo il passaggio del ciclone Marchionne, pare rasserenato e ben motivato. Questa macchina risponde bene, Allison ha fatto quel che poteva con un progetto che comunque porta anche le firme degli ex Pat Fry e Tombasiz, defenestrati in seguito. Un altro anno grigio non sarebbe tollerato perché da tempo i tifosi del Cavallino cantano “I can’t get no satisfaction”…

Nessun commento:

Posta un commento