Translate

martedì 2 dicembre 2014

FINALI FERRARI CHALLENGE, IL MONDO AD ABU DHABI


(1/12/2014) – Tutto pronto ad Abu Dhabi per la prima volta sede, da domani al 6 dicembre, delle Finali Mondiali Ferrari Challenge in programma sul circuito di Yas Marina. Ad inseguire il titolo ci saranno 75 piloti di 27 nazioni impegnati in tutte e tre le serie: Europa, Nord America e Asia-Pacifico. Il primato per il pilota che arriva da più lontano spetta al messicano Ricardo Perez de Lara, una delle star del Ferrari Challenge North America, che per giungere il Medio Oriente compirà un viaggio di oltre 14mila chilometri mentre sono oltre 13mila quelli che separano l’Argentina di Ezequiel Perez Companc, che guida il Trofeo Pirelli Am nella serie europea, e quasi 12mila quelli che dovrà percorrere l’australiano Steve Wyatt, protagonista della serie Asia-Pacifico. Distanza certamente più ridotte per il libanese Tani Hanna, che si trova a poco più di duemila chilometri dal teatro di gara, per  il greco Kriton Lendoudis (meno di 5mila chilometri) e lo slovacco Josef Jakubik (poco più di 5mila). L’Italia è comunque la nazione meglio rappresentata, con 13 piloti in pista. Tra questi Daniele Di Amato e Dario Caso, che si stanno giocando il Trofeo Pirelli Pro in Europa, e Massimiliano Bianchi, leader nella Coppa Shell in Europa. Dieci sono i rappresentanti degli Stati Uniti, tra cui troviamo Chris Ruud e Robert Herjavec, super protagonisti della Coppa Shell in Nord America. Saranno rappresentate da cinque piloti sia la Germania, con Dirk Adamski come pilota di punta, sia la Russia di Vadim Gitlin. Tredici invece le nazioni che potranno contare su un solo pilota. Tra queste sono da ricordare il Messico e l’Argentina con i già citati Perez de Lara e Perez Companc, l’Indonesia con David Tjiptobiantoro, dominatore della Coppa Shell Asia-Pacifico, e l’Olanda di Fons Scheltema, attualmente in testa alla Coppa Gentlemen riservata ai piloti over 55 anni.

Nessun commento:

Posta un commento