Translate

martedì 4 novembre 2014

VETTEL E' UN AFFARE PER LA FERRARI? O NO?

Sulla rete ci si sbizzarisce: Vettel è già in rosso
(4/11/2014) – Come spesso accade è Flavio Briatore a dare la stura a quello che, almeno fino ai primi riscontri – sarà certamente il tormentone dell’inverno. Ha fatto bene la Ferrari a investire su Vettel? Oppure il tedesco è già bollito? Per l’ex team manager Renault non ci sono dubbi: a Maranello hanno fatto la scelta sbagliata, ma altri la vedono diversamente. Certo, Sebastian paga gli “schiaffi” ricevuti dal compagno di squadra Ricciardo che sulla stessa non eccezionale Red Bull di quest’anno ha già vinto due volte e si è messo in evidenza per determinazione e velocità. Ad Austin, il campione del mondo in carica, partito dalla pit lane, ha fatto vedere sprazzi di classe. Per non alimentare polemiche e dubbi ci vorrebbero due belle gare a Interlagos e Abu Dhabi dove nel 2013 passeggiò. Sembra passato un secolo. Ecco alcuni pareri raccolti dal web.

FLAVIO BRIATORE.Se volevano uno della Red Bull, io avrei preso Ricciardo”.

FRANZ TOST. “Sebastian è un quattro volte campione del Mondo, un pilota molto esperto, e porterà delle nuove motivazioni alla squadra. Funzionerà, magari non subito, ma vi è la possibilità che abbia successo”.

IVAN CAPELLI. “Vettel ha preso questa decisione col cuore e per il momento ha i numeri dalla sua parte. E' un quattro volte del mondo ed è ancora relativamente giovane perché ha soltanto 27 anni, la parte migliore dell'atleta-pilota potrebbe esprimerla proprio in Ferrari. Quello che stona in questa operazione è che c'era già un progetto per far arrivare Vettel a Maranello, un progetto coordinato da Stefano Domenicali e che prevedeva, da quanto ne so, l'arrivo in contemporanea di Adrian Newey. Se così fosse stato, sarebbe stato probabilmente molto più logico. Oggi il disegno è stato possibile per la volontà del pilota di correre per la squadra più importante del mondo”.

MARIO ANDRETTI.  “Lui non può fare peggio di quello che ha fatto finora Fernando. Con una macchina competitiva potrà portare di nuovo in alto il Cavallino Rampante e sarebbe grandioso. Sapete quanto questo sia importante per la Formula 1″

GHERARD BERGER. Se fossi nella Ferrari io continuerei con Alonso. In coppia con Vettel a Maranello avrebbero in pista i due migliori”

Nessun commento:

Posta un commento