Translate

giovedì 13 novembre 2014

MAURO NESTI, E' PASSATO UN ANNO

(13/11/2014) Ed è già passato un anno esatto dalla scomparsa di Mauro Nesti, il “Re della Montagna”, il campionissimo delle cronoscalate, 9 titoli europei e 17 campionati italiani. A 78 anni, nella sua Bardalone – era nato a San Marcello Pistoiese nel 1935 – aveva “perso”, come disse egli stesso consapevolmente, la sua ultima corsa (http://motor-chicche.blogspot.it/2013/11/addio-mauro-nesti-re-della-montagna.html). La grandezza dimostrata tra tornanti e salite è tale che l’enciclopedia Treccani lo cita. E’ stato davvero un esempio per tanti giovani piloti che hanno pensato di specializzarsi in questa categoria piuttosto che avventurarsi in pista. Per rivivere la sua epopea è possibile leggere un bel libro opera di Andrea Cordovani, Alessandro Carrara e Alessandro Tonarelli dal titolo, semplicemente, “Mauro Nesti” che le Edizioni Scuderia del Sud hanno provveduto a ristampare: 180 pagine e 234 foto di pura goduria (sempre che lo troviate!). 
Per finire, ecco quanto il Sindaco di S. Marcello Pistoiese, Silvia Maria Cormio, ebbe a scrivere lo scorso anno a commemorazione della scomparsa dell’illustre concittadino: “Scorrendo la rassegna stampa in questi due giorni, qualcuno ha scritto "danzava sulle montagne e accarezzava le curve" definizione poetica e originale per descrivere un modo di gareggiare, ma che rende bene l'idea di ciò che caratterizza un numero uno, un fuoriclasse quale è stato Mauro Nesti. Ed è quello che ho constatato in una fredda serata invernale, rientrando da Pistoia con Alessandra, nevicava tantissimo, e non se la sentiva di accompagnarmi fino a San Marcello, pur essendo degna erede di un pilota, ha preferito che lo facesse suo padre Mauro, che ho avuto il piacere e l'onore di conoscere. In quell'occasione sono rimasta colpita dalla padronanza di questo signore gentile, minuto e non più giovanissimo che con tranquillità e naturalezza, domava la strada innevata, sdrucciolevole e insidiosa mentre imperversava la bufera”.

Nessun commento:

Posta un commento