Translate

lunedì 15 settembre 2014

VALENTINO ROSSI "SMENTISCE" BURGESS


(15/9/2014)- E’ il momento di Valentino Rossi. La vittoria, bella e convincente, di Misano gli restituisce antiche emozioni e nuove motivazioni. “E’ stata una grande botta di adrenalina – ha detto - anche a me sono venuti un po’ gli occhi lucidi quando ho visto gioire tutti i miei amici, la mia fidanzata, quelli che lavorano con me, i ragazzi della “academy”. Tornare a vincere era l’obiettivo principale di questa stagione”. Obiettivo raggiunto, dunque. La vittoria è stata netta, ancora più di Assen 2013: Rossi è filato via deciso e, per tentare di stargli dietro, Marquez ha piegato troppo, fino a cadere. Vien da pensare, in questi frangenti, alle parole con le quali l’anno scorso il suo ex direttore tecnico Jeremy Burgess liquidò la carriera del Doctor “Valentino deve accettare il passare del tempo” ( http://motor-chicche.blogspot.it/2013/11/rossi-burgess-fine-di-una-storia.html ) praticamente chiedendo un’abdicazione causa dell’età. L’età c’è – Vale ha compiuto 35 anni lo scorso febbraio – e la punta velocistica si è ridotta ma la passione, in lui, è un fuoco sacro ancora capace di alimentare grandi imprese: “Adesso i rivali sono più giovani, più forti, più professionali. Ma se ti alleni ce la puoi fare, bisogna crederci sempre”. Insomma, non molla.

Nessun commento:

Posta un commento