Translate

giovedì 11 settembre 2014

MERZARIO VEDE NERO PER LA ROSSA (E PER LA F.1). Montezemolo, la Ferrari, il futuro secondo il pilota cow-boy

(11/9/2014) –  Arturo Merzario dice la sua in uno dei momenti forse più ambigui e critici della Ferrari. Per l’ex pilota del Cavallino l’addio di Montezemolo (lui andò via dalla Rossa proprio quando arrivò Luca) non è arrivato a sorpresa. Lo aveva predetto alla trasmissione “Griglia di partenza” alla quale è ospite fisso: “Come due anni fa avevo anticipato l’arrivo di Lauda alla Mercedes, così avevo detto che secondo me Luca non avrebbe mangiato il panettone a Maranello”. Azzeccato. “Sinceramente mi dispiace: – aggiunge – come uomo può avere aspetti criticabili ma nel lavoro, giù il cappello”.
Marchionne ha però calcato la mano sulla mancanza di risultati da sei anni!
E’ stato poco onesto e poco simpatico. Quando è arrivato Montezemolo non si vinceva da 19 anni. In altri tempi Ickx nemmeno si qualificò a Silverstone! La verità è che il suo obiettivo è quello di cambiare tutto lo staff per affermare il dominio di Torino e ha lavorato sotto bosco per riuscirci.

Ma te lo aspettavi un epilogo così?
Luca è nato per dirigere una squadra corse e credo di poter dire che ha dimostrato di essere all’altezza del Drake, un suo piccolo clone. Purtroppo non è stato sufficiente aggiungere il nome Ferrari a Piero Lardi per continuare l’epopea del Vecchio, come lo chiamavo io con rispetto. Dal 1991 Montezemolo invece ha fatto un grande lavoro, con passione e con mestiere, partendo praticamente da zero, la Ferrari aveva toccato davvero il fondo. Per non parlare della Maserati che era alla deriva.
Marchionne ha detto che la Ferrari non sarà mai “americana”
Ma se la quota in borsa a New York!
Insomma che futuro prevedi per la Rossa alla luce degli ultimi avvenimenti?
Non mi meraviglierei se prima o poi, con scuse più o meno veritiere il Reparto Corse, la GES....
finisca in disparte e che venga meno l’impegno a fondo in Formula 1. Poi, senza risultati, potrebbero chiuderla definitivamente e dirottare le loro energie sui clienti sportivi.
Ma la Ferrari senza la Formula 1 cosa sarebbe?
Piuttosto: cosa ne sarà della F.1 senza la Ferrari!!! Ecclestone sa bene che sarebbe la fine e ha fatto sempre in modo che ciò non avvenga ma prima o poi lui non ci sarà più e allora credo che andrà tutto a rotoli. Quello che è nato nel lontano 1950 finirà.
Un’ultima domanda: secondo te a questo punto cosa dovrebbe fare Alonso?
Alonso è bravo ma per me, ormai, è tempo che vada in pensione. La sua epoca l’ha già fatta. L’età avanza e i giovani incalzano. 

Nessun commento:

Posta un commento