Translate

venerdì 19 settembre 2014

HAPPY BIRTHDAY / ENRICO BERTAGGIA 50 ANNI, MONACO E MACAO NON BASTARONO

Bertaggia oggi (a dx) con il socio De Micheli negli Usa
(19/9/2014) - Campione italiano di Formula 3 (1987), strepitoso vincitore con le monoposto cadette delle prestigiosissime gare di Montecarlo e di Macao (1988). Enrico Bertaggia, che oggi compie 50 anni, ha centrato gli obiettivi che, a quel tempo, portavano quasi di diritto in Formula 1. E infatti, dopo una non fortunata parentesi in F.3000, la F.1 l’ha conquistata. “Ma con le peggiori macchine”, dirà tempo dopo. Nel 1989 approdò alla volenterosa Coloni che non  gli consentì di scavalcare il muro delle pre-qualifiche e nel 1992 – nel mezzo la partecipazione alla F. Nippon - fu tentato dall’avventura della Andrea Moda. Davvero un’avventura, appunto…, e nulla di più. 
Bertaggia su Coloni
Incredibile: un talento del genere disperso nei meandri della F.1 più improbabile. Qualcuno direbbe: e se si fosse chiamato Henry Bertage? Non lo sapremo mai e comunque quelli erano anni di inflazione tricolore nella massima formula, ma tutto sta nell’avere l’occasione giusta. Lui non l’ha avuta. Nato a Noale, in Veneto, aveva cominciato a sedersi sui kart al 16 anni (galeotta fu la passione del papà per i motori) e l’ascesa fu repentina. Dopo le monoposto, si è dedicato con alterne fortune alle vetture GT e Prototipi scoprendo, in particolare, Daytona e il pianeta America. 
Bertaggia su Andrea Moda
La sua vita, ora, è proprio negli States: insieme al grande amico e socio in affari Adriano De Micheli ha costituito e ne è CEO, “Dream Racing”. Sul Las Vegas Motor Speedway un affiatato staff mette a disposizione dei clienti tante Ferrari e altre magnifiche supercar (oltre a simulatori di ultimo grido) per  “un’esperienza di guida a 5 stelle”. “Faccio quello che amo e qui si sta bene”. Auguri, Enrico. 

Nessun commento:

Posta un commento