Translate

mercoledì 17 settembre 2014

DZ ENGINEERING ILLUMINA SINGAPORE. E a novembre anche Putrajaya!

(17/9/2014) – Dal 2012 ad illuminare il Gran Premio di Singapore di F1 – prossima gara in calendario - è la forlivese DZ Engineering, società del Gruppo Dino Zoli. Il contratto è valido fino al 2017 e affida al team di ingegneri e tecnici specializzati la gestione della complessa progettazione e realizzazione di tutti gli impianti tecnologici relativi all’illuminazione della pista, dei box e della cartellonistica. Domenica prossima, assieme alla famiglia Zoli, a Singapore anche quest’anno ci sarà Giancarlo Minardi, amico della Dz Engineering. Ma gli orizzonti si stanno allargando:  l’Azienda italiana si occuperà anche della neonata Formula E, il campionato con monoposto elettriche e sta infatti svolgendo attività di project management per la parte energia e telecomunicazioni a Putrajaya, in Malesia, dove avrà luogo il gran premio del 22 novembre. 
Tornando all’appuntamento di Singapore, la soddisfazione permane: “E’ un motivo di orgoglio per noi essere riusciti a prevalere due anni fa nella gara di appalto internazionale su un colosso americano del settore per la qualità, la creatività, e la sicurezza della nostra tecnologia al servizio di un evento che mostra Singapore in tutto il pianeta”, ha detto nel corso di una conferenza stampa il presidente del gruppo imprenditoriale Dino Zoli. “La caratteristica del Gp è di svolgersi su un circuito cittadino intorno a Marina Bay. – ha aggiunto Monica Zoli, AD Dz Engineering – Questo richiede un impegno logistico e strutturale di alcuni mesi per la predisposizione del circuito e l’allestimento di una gara particolare. Quest’anno ci è stata affidata anche l’illuminazione di un grande gonfiabile rappresentante la bandiera di Singapore che verrà posizionato sulla pedana flottante utilizzata di solito durante la Sfilata per l’Orgoglio Nazionale”.  

A SEGUIRE I DATI DEL SISTEMA DI ILLUMINAZIONE DELLA PISTA DI SINGAPORE:

La potenza totale del sistema di illuminazione di pista è di 3,21 MW; sono 1.565 i proiettori di pista con lampada 2000 W; 207 quelli per i tunnel; 98 per le tribune. Sono stati stesi, inoltre più di 223 mila metri di cavo elettrico, 57 mila metri di fibre ottiche. Sono 24 i regolatori automatici di tensione. Quest’anno l’impianto è stato integrato con un nuovo sistema sviluppato dalla DZ Engineering basato sulla sovrapposizione delle linee elettriche delle diverse stazioni di energia. Ciò ha permesso la soppressione dei gruppi di continuità con il conseguente alleggerimento della logistica e delle operazioni di manutenzione per l’organizzazione. DZ Engineering si dedica anche all’illuminazione delle pubblicità applicate sulle facciate laterali dei ponti pedonali che attraversano il circuito.

1 commento:

  1. La Formula E si vuole piu "pulita" delle altre Formule vero ?

    Ma quanto sara pulito iluminare in questo modo un tale impianto ?

    Già, la "E" stà per "Eletrrico", non per "Ecologico"...

    Saluti

    RispondiElimina