Translate

lunedì 9 giugno 2014

RICCIARDO, L'ITALIA E' FIERA DI TE

(9/6/2014) – Entusiasmo alle stelle in Australia per la prima vittoria di Daniel Ricciardo. Un ennesimo esempio di maturità di questo pilota di 24 anni, figlio di papà Giuseppe - Joe e mamma Grace entrambi di origine italiana. L’uno di Ficarra, in provincia di Messina, l’altra con radici calabresi (Reggio calabria). In più, Daniel ha soggiornato a lungo a Viareggio dove ha frequentato la Formula Medicine del dottor Riccardo Ceccarelli. L’italiano lo capisce e lo parla abbastanza bene. Insomma, in mancanza di piloti italiani e in attesa che la bella addormentata nel bosco – leggi Ferrari – si risvegli ha tutto per guadagnarsi l’appoggio dei tifosi italici. l pilota Red Bull diventa il quarto australiano ad affermarsi nella massima formula dopo Jack Brabham, Alan Jones e Mark Webber (sua l'ultima vittoria al Gp di Inghilterra 2012) ed è il pilota n° 105 a vincere un gran premio in F1 (il 16° più giovane). Ma soprattutto la sua rapida crescita pone legittimamente una questione che il quotidiano australiano  Daily Telegraph dà per certa: ora Ricciardo,  scrive il corrispondente, è chiaramente il numero 1 alla Red Bull. Anche se in Canada questa volta Vettel lo ha sopravanzato in qualifica, in gara è stato ancora una volta più deciso e pronto rispetto al quattro volte campione del mondo. Si ripeterà? Sempre il Daily Telegraph fa una graduatoria di piloti e di quanti GP sono loro occorsi per cogliere la prima affermazione: Mansell 72 gare, Hakkinen 96, Nico Rosberg 111, Button 113, Barrichello 124, Webber 130. Ricciardo ha vinto dopo 57 gran premi (7 in Red Bull) e l’impressione è che non voglia assolutamente fermarsi.

Nessun commento:

Posta un commento