Translate

giovedì 5 giugno 2014

PIETRO FITTIPALDI, ORGOGLIO DI NONNO EMERSON

(5/6/2014) – Nel nugolo di caschi del gruppone dei piloti della F. Renault 2.0 ALPS, questo fine settimana a Spa ne spiccherà uno dai colori ben noti indossato da Pietro Fittipaldi. E’ uguale a quello indossato dal nonno due volte campione del mondo Emerson Fittipaldi. Il giovane nipote d'arte, continuatore della dinastia brasiliana – ricordiamo anche Wilson e Christian – farà infatti il suo debutto nel campionato gestito dalla Fastlane sulla monoposto della MGR Motorsport. Con il team britannico di Mark Godwin è impegnato nella F. Renault BARC e Formula 4 ma è venuto il momento di un confronto europeo e vedremo se riuscirà ad insidiare l’olandese Nick De Vries che sta spopolando. Pietro, nato negli USA a Miami, è figlio di Juliana Fittipaldi (il papà è Carlos Da Cruz, il pilota Max Papis è un altro suo zio) e bazzica motori fin da piccolissimo. 

Subito sui kart, ben presto si è trasferito in Inghilterra dove ora risiede. Il suo nome è balzato agli onori della cronaca nel settembre del 2011 quando, a soli 15 anni (grazie ad un’apposita deroga) si è laureato su Chevrolet campione Nascar nella categoria Limited Late Model. Un bel colpo, che rese orgoglioso nonno Emerson. Ora avanti, obiettivo, manco a dirlo, la F1 dove l’impronta “brasileira” è un po’ in ribasso.

Pietro Fittipaldi nel 2011, vincitore di categoria nella Nascar a 15 anni!

Nessun commento:

Posta un commento