Translate

martedì 20 maggio 2014

MATESCHITZ 70 ANNI, MISTER RED BULL SI E' STANCATO?

(20/5/2014) – Ne ha fatta di strada Dietrich Mateschitz da quando, laureato in Economia, si occupava del marketing di dentifrici e shampoo in grandi aziende. Oggi compie 70 anni ed è un uomo ricchissimo grazie ad una intuizione decisiva, altra dote che non gli manca. Come noto, è l’inventore dell’energy drink Red Bull nata trent’anni fa dopo un viaggio in Thailandia. Poi ha pensato ed agito in grande. L’acquisizione dalla Ford della scuderia Jaguar segnò il suo ingresso in Formula 1 (poi si è preso anche la ex Minardi, ora Toro Rosso). I primi tempi non furono eccelsi, ma ha fatto la storia di questo sport con gli ultimi quattro mondiali piloti mietuti senza pietà per tutti gli altri, Ferrari in testa. Tagliato il traguardo dei 70 anni, quale orizzonte si pone il magnate austriaco? La macchina 2014 è nata male ma è in grande rimonta ed a Montecarlo gli uomini di Milton Keynes confidano di poter dare fastidio alla Mercedes. Mateschitz, però, lascia abbondantemente trasparire segni di scollamento dal Circus. All’Agenzia APA ha dichiarato: “Il regolamento non ha né capo né coda. Una corsa non dovrebbe essere un rompicapo perché questo influisce sulla presenza dei mezzi di comunicazione, sull’interesse degli sponsor e più in generale su tutta la F1”. Insomma, la Red Bull è lì per vincere e per incrementare il suo business, altrimenti... Ecclestone è avvisato. Tanto più che Mateschitz appare sempre più attratto dal calcio: in Germania ha fondato la RB Leipzig ed ha grandi progetti.

Nessun commento:

Posta un commento