Translate

venerdì 16 maggio 2014

F4, ECCO COME SI GUIDA

(16/5/2014) – Primo contatto dei piloti, oggi sul circuito di Adria, con le monoposto Tatuus F4 T014n che daranno vita all’ "Italian F.4 Championship Powered by Abarth", il nuovo campionato per over 15 promosso dalla WSK di Luca De Donno. Il primo appuntamento stagionale è previsto proprio sulla pista veneta l’8 giugno. Dunque è fondamentale aver acquisito tutte le informazioni e le sensibilità del caso. Ricordiamo che il motore è un Abarth 1.4 T- Jet, unito a un turbocompressore a inerzia ridotta che consente di ottenere ottime prestazioni già a basso numero di giri. Ovviamente, per le monoposto il propulsore è stato "tarato" in ottica prestazionale e fa registrare valori di tutto rispetto: 160CV a 5 500 giri/minuto di potenza massima e una coppia massima di 240Nm a 3500 giri/minuto. Il cambio è sequenziale Sadev, dotato di attuatore elettrico Magneti Marelli di tipo "push/pull", controllato da centralina elettronica e comandato da leve al volante. Altri collaudi sono stati già effettuati dal direttore della Scuola Federale Aci/Csai Raffaelle Giammaria sui circuiti di Vairano, Imola e Adria: "Ho avuto sensazioni molto positive, credo sia una formula che ben si adatta ai ragazzi che provengono dal kart, ma si presta anche bene a chi ha un po' più di esperienza. 
Nonostante, rispettando il regolamento FIA, abbia poco carico aerodinamico,Tatuus ha fatto un ottimo lavoro a livello di telaio e il connubio con gli pneumatici Pirelli permette di sopperire a questa mancanza. Il motore Abarth già lo conosciamo e, con qualche cavallo in meno, è diventato un po' più dolce ai bassi regimi, ma ha conservato un'ottima progressione e una velocità di punta di tutto rispetto. In aggiunta, il cambio al volante consentirà ai ragazzi di avere una vettura un po' più semplice, ma con una tipologia di guida che si avvicina a categorie di livello superiore”. Sono al momento 8 i team impegnati in questa serie, fortemente voluta dalla FIA, che prevede 7 appuntamenti sui circuiti più formativi d'Italia e d'Europa, conclusione a Barcellona il 19 ottobre.

Nessun commento:

Posta un commento