Translate

mercoledì 2 aprile 2014

BUTTON 250 GRAN PREMI. Senza papà John

(2/4/2014) – Comunque vada in Bahrain, per John Button sarà un giorno speciale. Il pilota della Mc Laren festeggerà infatti il suo 250° gran premio disputato. L’inglese di Frame, 34 anni, 15 stagioni nella massima formula, tre sorelle, è il pilota più esperto del lotto. Curioso: nel giorno del 200° gran premio, nel 2006 in Ungheria, vinse la prima gara della sua lunga carriera. Debuttò in F.1 nel 2000 su Williams per poi accasarsi in Benetton poi Renault, Bar poi Honda e poi Brawn GP con la quale si laureò campione del mondo nel 2009. Dal 2010 è alla Mc Laren, 80 GP tra alti e bassi. La monoposto inglese non è oggi al top e Jenson deve anche guardarsi dall’arrembante crescita del suo nuovo compagno di squadra Magnussen, ma chissà che la cabala non gli regali un altro “colpaccio”. "Fa strano – dice - pensare che questo sarà già il mio decimo Gp del Bahrein. Nel 2009 ho vinto a Sakhir, ma in passato ho disputato diverse buone gare. E’ una pista che mi piace. Abbiamo conquistato dei buoni punti nelle prime due gare e questo è sempre l'obiettivo dei primi Gp extraeuropei. Speriamo dunque di poter continuare su questa strada anche nel prossimo weekend”. 


Certo, in ogni caso, la festa non sarà completa: è ancora troppo forte il contraccolpo della perdita, nel gennaio scorso, di papà John, simpaticissima figura ormai di casa nel paddock, sempre vicino al figlio che lanciò nel mondo dei motori. Il buon risultato di Melbourne lo ha un pò rinfrancato anche in questo senso: "Sono stato in grado di godermi il momento con le persone che avevo intorno a me e ho bevuto un paio di drink nella notte di domenica. Più di un paio. Ero un disastro, ma ne avevo bisogno". La strada per superare il suo lutto è ancora lunga: Ogni gara provo la stessa sensazione ma ogni gara fa parte del processo di guarigione".

Nessun commento:

Posta un commento