Translate

mercoledì 12 marzo 2014

PIRELLI: A MELBOURNE 2-3 PIT STOP

(12/3/2014) – Si è parlato moltissimo di motore (compreso il suo nuovo rombo) e di sistemi di recupero energia, di affidabilità e consumo carburante (a disposizione 100 Kg ciascuno) in questa lunga vigilia della nuova era della Formula 1. E pochissimo invece degli pneumatici, vera croce (vero Ferrari?) e delizia (vero Red Bull?) appena qualche mese fa. Quante polemiche lo scorso anno, con quelle esplosioni improvvise e i test segreti della Mercedes… Ma le gomme hanno sempre avuto importanza in F1 e ne avranno anche questa volta. Pirelli presenta una gamma completamente rinnovata di pneumatici - la quarta proposta dalla Casa milanese dal suo rientro nella massima formula - e per il primo weekend di gara a Melbourne, mette a disposizione dei team la combinazione P Zero White medium e P Zero Yellow soft.  Come tutte le mescole del range 2014, la media e la soft sono leggermente più dure e più durevoli rispetto alle omologhe dello scorso anno, senza per questo compromettere le prestazioni. Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli, spiega tutto: "I test pre-stagione hanno mostrato quanto sia impegnativa, per tutti, la sfida posta dalle nuove regole, ma abbiamo lavorato molto duramente lo scorso anno e quest’inverno per progettare una gamma completamente rinnovata di pneumatici che meglio si adattassero alle monoposto di ultima generazione, sviluppando nuove mescole e costruzioni che effettivamente riducono il degrado, pur mantenendo lo stesso livello di prestazioni. Come risultato, a Melbourne ci attendiamo 2/3 pit stop a vettura, anche se saremo in grado di fare previsioni più esatte dopo le prime prove libere. La prima gara della stagione è sempre imprevedibile, ma quest’anno lo sarà ancora di più".  

Nessun commento:

Posta un commento