Translate

lunedì 24 marzo 2014

LE FRASI FORTI DI MASSA E MATESCHITZ

(24/3/2014) – Questa F.1 così noiosa, cavillosa, strana, incomprensibile, lunatica sta dando la stura a una serie di dichiarazioni alquanto interessanti ma anche cariche di risentimento. Come altro definire, le frasi di Felipe Massa e del boss supremo della Red Bull, Dietrich Mateschitz? Sentite un po’. Per cominciare il brasiliano fresco ex Ferrari, che si ritrova per le mani una Williams niente male, intervistato dal quotidiano tedesco Bild non usa mezze frasi. “Ho fame di vittoria e ti dirò una cosa: il tempo di essere un servo è finito! In una squadra a volte si deve fare qualcosa che non si comprende al momento. Ma non mi piace correre se non si può vincere”. Beh, il classico tirar via i sassolini dalla scarpa che lo accomuna, in questo senso, a Barrichello e anche da Raikkonen che non furono da meno al momento dell’addio a Maranello. 

E il munifico proprietario e sponsor di Red Bull e Toro Rosso? Le sue dichiarazioni, al quotidiano austriaco  Kurier, sono più “gravi” e lasciano trapelare per la prima volta insofferenza per la F1, ma non solo. Ha aggiunto che non può dire di essere a tempo indeterminato nella massima formula! Questa F1, bene inteso. “E 'anche una questione di valore sportivo. Siamo al limite di ciò che Red Bull può accettare. La F1 deve diventare quello che era: la disciplina finale. Trovo stupido che una GP2 sia veloce quasi quanto una F1 attuale con un bilancio incomparabile”. ha ragioni da vendere, ma certo cominciare a lamentarsi così appena le cose vanno un po’ male…

Nessun commento:

Posta un commento