Translate

venerdì 14 marzo 2014

CARI TIFOSI VI SCRIVO... Montezemolo prende carta e penna

(14/3/2014) - Alla vigilia dei primi responsi ufficiali della pista, il Presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo prende carta e penna e scrive. Si rivolge ai Tifosi del Cavallino, trepidante come loro in attesa dei risultati da Melbourne. Trapela un Montezemolo molto cauto, poco incline a mirabolanti promesse: tante le novità, complesse le macchine. Un must almeno in prima battuta: l'affidabilità. Ma viene fuori anche il Presidente che affonda le sue radici in quell'automobilismo eroico, puro degli anni '70. I timori sono due: essere costretti a vedere piloti simili a tassisti, vista anche la limitazione ai consumi di carburante, e possibili "furbate" al limite del regolamento. La FIA è dunque allertata. "Non esaltiamoci nei momenti belli e non abbattiamoci nelle difficoltà: il campionato è lungo", conclude. Ma aggiunge che l'obiettivo è sempre quello massimo. Lo pretende lui e lo sanno i suoi collaboratori. Ecco il testo integrale della lettera:


Cari Tifosi,
sembra incredibile ma un’altra stagione sta per partire, ed io, come voi, sono teso e in forte trepidazione come mi capita ogni anno, anche se di campionati ne ho vissuti tanti come Presidente e, prima, come direttore sportivo.
Attese e incertezze per questa stagione sono più che in passato. I cambiamenti regolamentari sono profondi, molto più di quanto appaiano. Non si tratta solo di un nuovo motore turbo 6 cilindri, ma anche di sistemi con motori elettrici integrati, centraline con software innovativi e complessi, un’aerodinamica differente… In sostanza una vettura complicata che imporrà anche uno stile di guida diverso.
Quindi il primo obiettivo è....


l’affidabilità, come si è visto chiaramente nei test. Tutti hanno problemi, noi abbiamo messo in fila i nostri e li stiamo risolvendo. Stiamo anche realizzando un piano di sviluppo intenso che finalmente può contare su dati della galleria del vento confermati dalla pista, cosa che non era accaduta negli ultimi anni.
Sarà un campionato difficile anche da seguire come spettatori. I piloti dovranno preoccuparsi di non usurare le gomme e di risparmiare carburante. Ho già detto che spero che non diventino dei tassisti e lo dico con il massimo rispetto dei tassisti che però fanno un lavoro diverso. Io, come voi, amo una Formula Uno estrema dove tecnologia e piloti siano sempre al limite.
Un cambio di regolamento così importante porta con sé anche alcune aree grigie, come ad esempio benzine, software, consumi… Qui mi aspetto, e sono certo che lo farà, che la FIA vigili per evitare furbate, come accaduto anche nel recente passato, che non devono più verificarsi per il bene di questo sport.
Cosa dobbiamo allora aspettarci da domani? Io ho chiesto il massimo impegno a Domenicali e ai suoi uomini e so che ce la stanno mettendo tutta. Abbiamo una squadra forte, la miglior coppia di piloti, esperti e di grande talento e tutti sanno quello che devono fare.
Possiamo contare su un fattore importante che solo noi abbiamo: l’immenso affetto di voi tifosi in tutto il mondo. Vi chiedo la solita grande carica: non esaltiamoci nei momenti belli e non abbattiamoci nelle difficoltà: il campionato è lungo, l’obiettivo chiaro.
Forza Ferrari

Nessun commento:

Posta un commento