Translate

venerdì 15 novembre 2013

MILANO AUTO SHOW 2014, SCONTRO FRONTALE CON BOLOGNA

Alfredo Cazzola e l'AD di Fiera Milano Enrico Pezzali
(15/11/2013)Milano Auto Show, dall’11 al 21 dicembre 2014 alla Fiera di Rho. Il nome, la citazione del capoluogo lombardo nel logo e la collocazione a calendario del nuovo salone dell’auto lanciato oggi, come ampiamente annunciato, al Circolo della Stampa di Milano dall’ex patron del Motor Show di Bologna, Alfredo Cazzola, chiariscono molte cose. Intanto, un duro e diretto colpo concorrenziale alla analoga rassegna felsinea quest’anno ferma ai box ma che ha altri sette anni di contratto con Fiera Bologna. In un panorama auto che anche per il 2014 non annuncia orizzonti particolarmente rosei, Cazzola sembra innanzi tutto aver puntato sulla Milano da bere, la città italiana più internazionale e più trendy, quella che offre e offrirà, alla vigilia dell’Expo 2015, il massimo supporto a livello di infrastrutture e servizi. Insomma, sarà il vero polo attrattore e traino di questa esposizione più volte definita durante la presentazione “innovativa” ma che non è ancora stato spiegato bene in che senso. Cosa faranno le Case, così restìe a partecipare in Italia ai saloni (per strada abbiamo già perso quello di Torino)? Nessuna adesione è stata anticipata ma c’è ottimismo e il vero lavoro comincia adesso: un anno di tempo per convincere Fiat e soci delle quattro ruote che esporre è bello e serve a qualcosa. A dare man forte alla società organizzatrice Promotor di Cazzola c’è Fiera Milano, rappresentata in conferenza stampa dall’Amministratore Delegato Enrico Pezzali, ben felice di far parte di questa operazione e senza alcuna remora nei confronti degli imbestialiti colleghi di Fiera Bologna. Ci saranno le auto, è stato aggiunto, ma si punterà anche sul lifestyle, il design, l’infotainment, la smart Energy e i consumi intelligenti, le fonti di alimentazione alternative. Poi grandi eventi, all’interno degli spazi fieristici e in città. “Faremo il salone più bello del mondo”, si è concluso. Fiera Bologna è pronta al contrattacco.

Nessun commento:

Posta un commento