Translate

giovedì 7 novembre 2013

RAIKKONEN NON E' L'UOMO NERO. Parola di Gerard Lopez

(7/11/2013) Tra la Lotus e Kimi Raikkonen è veramente tornato il sereno? Ultimi rumors danno ancora per possibile uno scambio tra Hulkenberg, in predicato per passare alla Lotus nel 2014, e il finlandese (che quindi guiderebbe una Sauber) già per le ultime due gare. Mah, sarà. Ma per pacificare gli animi è intervenuto il Chairman Gerard Lopez in persona, che sul sito del Team Lotus, si esprime molto positivamente sul prossimo ferrarista. “L'unico motivo per cui stiamo lottando per il secondo nel Campionato del Mondo costruttori è per tutti i punti che lui ha segnato. Stiamo facendo tutto il possibile per garantire Kimi e continuare a combattere fino alla bandiera a scacchi in Brasile”. Ok, ma brucia ancora l’alterco al GP d’India con il capo meccanico Alan Permane. “E’ stato solo uno scambio di una manciata di secondi nell’ambito di un rapporto di due anni… bisogna accettare che ognuno è appassionato di corse e, a volte, queste cose accadono”, minimizza. Lopez consegna poi un ritratto umano di Kimi diverso da quello solito di Iceman. “Dal mio punto di vista, è spesso frainteso. Lui è in realtà molto loquace, un ragazzo molto amichevole e gentile: in questi due anni ho guadagnato un amico in F1 che è un posto difficile per questo”. L’amico, però, ha scelto la Ferrari.Per molto tempo abbiamo avuto l'opportunità di tenerlo con noi, ma non siamo stati in grado di operare per tempo o rendere l'offerta che la Ferrari è stata in grado di fare. Questo mi ha rattristato perché è come il figlio prodigo ci lascia. Ci mancherà…”. Alla Ferrari, ovviamente, sarà un avversario: “Credo che Kimi farà un buon lavoro. Abbiamo visto cosa è capace di fare, sappiamo che forza formidabile può essere”. Speriamo che i tecnici ex Lotus Allison e De Beer ora al Cavallino gli diano una macchina competitiva.

Nessun commento:

Posta un commento