Translate

martedì 12 novembre 2013

PAZZA F1: VIA PEREZ, ARRIVA MAGNUSSEN

Kevin Magnussen
(12/11/2013) – “Perez è il nostro futuro”: così, solo un anno fa, il Team Principal della Mc Laren, Martin Withmarsh, presentava il pilota messicano appena messo sotto contratto a Woking. La sua avventura è già finita, la sua annata è stata giudicata insufficiente. Al suo posto arriva Kevin Magnussen, 21 anni, ennesimo figlio d’arte (papà Ian ha corso senza troppa fortuna per la Stewart nel 1997 e 1998, presto sostituito da Verstappen), neo campione della World Series 3.5 by Renault e, dal 2009, parte del Mc Laren Young Drivers Programme. “La Mc Laren mi ha chiesto di vincere il campionato e io l’ho fatto. Ora il mio futuro non dipende da me.  Devo solo aspettare”. Sarà questa la scelta giusta? Kevin, trapela, ha convinto nel rookie test 2012 di Abu Dhabi nel quale fu il più veloce. Quest’anno non ha “tatticamente” partecipato allo stesso test ma la vittoria col team DAMS è servita. Anche il danese, però, è una scommessa né più né meno simile a quella tentata con Perez. Il messicano, già poco considerato dalla Ferrari che non ha fatto valere l’appartenenza alla FDA, ha certamente deluso ma ancora di più la monoposto, completamente sbagliata, che gli è stata affidata. Button, con tanta esperienza in più, non ha certo brillato. Ma questa è la F.1 oggi. Una F.1 che, a quest’ora, avrebbe dovuto già garantire il sedile della Lotus orfano di Raikkonen infortunato a  Davide Valsecchi ma ancora non l’ha fatto. 

Nessun commento:

Posta un commento