Translate

mercoledì 9 ottobre 2013

PORSCHE, OBIETTIVO LE MANS


(9/10/2013) – “Anche dopo 16 vittorie assolute a Le Mans, azzeriamo il cronometro per la gara di 24 Ore. Torniamo, come se non ci fossimo mai stati prima. Ma con i valori che abbiamo con noi da decenni”. Eccolo, il proclama di “guerra” della Porsche che è in pieno programma di sviluppo 2014: partecipazione al Campionato Mondiale Endurance FIA e focus sulla leggendaria maratona francese. La strategia? “La stessa che usiamo quando si sviluppa ogni Porsche. Ripartire da zero, scrutare ogni dettaglio e lasciare il passato alle spalle”, fanno sapere da Stoccarda. Vincere, in una parola (la Volkswagen ci è riuscita al primo colpo nel Mondiale Rally). Audi (che a Le Mans domina dal 2000 ad eccezione delle edizioni 2003 e 2009) e Toyota sono avvisati. La LMP1 ibrida alimentata a benzina prosegue i test e la squadra piloti per le due vetture ufficiali è pressoché definita: oltre al “colpaccio” rappresentato da Mark Webber, fanno parte del challenge Romain Dumas e Timo Bernhard (già vincitori della 24 Ore nel 2010), Neel Jani e Mark Lieb. Per la Porsche, questa operazione deve aver un ritorno totale: a livello sportivo, di trasferimento tecnologico sulle auto stradali (l’inizio del progetto è datato 2011) e di marketing. Da Stoccarda è già in atto un’azione di pieno coinvolgimento della struttura tecnica, della rete, della clientela, dei Porsche Club. Intanto fanno circolare un bellissimo cortometraggio prodotto da Michelin su Le Mans 2013: http://youtube/Ljx5U76wSEE. E’ quello il grande obiettivo. 

Nessun commento:

Posta un commento