Translate

giovedì 3 ottobre 2013

MOTOR NO. Il Motor Show di Bologna 2013 è in dubbio

Fisichella, padrino del MS edizione 2009
(3/10/2013) – In un Paese che perde Telecom e forse Alitalia, dovremo aggiungere anche il Motor Show di Bologna (peraltro già in mani francesi)?. Sembra, ahimè, di sì. A due mesi dall’inizio programmato della kermesse motoristica bolognese (7-15 dicembre), il piatto piange. Come l’anno scorso, e l’altro ancora, e l'altro… La collocazione dell’evento a fine anno, un tempo imperdibile ciliegina sulla ricca torta, si rivela ormai come autentica benzina sul fuoco della chiusura degli asfittici bilanci delle Case. La crisi infinita dell’industria automotive sta lentamente uccidendo l’unica manifestazione di livello italiana e le notizie che arrivano dal quartier generale bolognese non lasciano presagire nulla di buono. Non ci sarà la Ford, la Citroen, la Peugeot. Altre non hanno ancora ufficializzato ma si prospetta una situazione simile a quella del 2009 quando, dopo il diniego del Gruppo Fiat, vennero meno praticamente tutti. Lo conferma, in un’intervista al Corriere dell’Emilia, l’AD di GL Events Giada Michetti. Quella volta, si puntò sul lato sportivo, ora per salvare il salvabile si pensa ad un per ora vago “ritorno alle origini”. Praticamente, poco o niente Salone, molto show. Resta comunque in piedi l’ipotesi estrema che, per quest’anno, non se ne faccia niente, poi si vedrà. Un vero peccato, le Case puntano ormai su un diverso marketing ma non so quanto lungimirante sia questa scelta che penalizza il Motor show e l’Italia. Ma, come nel 2009, non è il caso di mollare. (sulla pagina Face book del Motor Show tra l’altro a maggio si parlava del ritorno del Memorial Bettega…). 

Nessun commento:

Posta un commento