Translate

lunedì 7 ottobre 2013

ITALIANI DAVANTI A TUTTI ! Ghirelli e Montermini campioni

(7/10/2013) – Sul ponte del motorsport sventola il tricolore! Un week end eccezionale che ha laureato Vittorio Ghirelli campione Auto GP e Andrea Montermini vincitore assoluto dell’International GT Open! C’è da gonfiarsi il petto per le imprese dei nostri due piloti, rispettivamente, una speranza e una certezza. Ghirelli era arrivato all’ultima gara di Brno per giocarsi il titolo insieme ad altri tre competitors, tra i quali il compagno di colori alla Super Nova Narain Karthikeyan: una sfida pazzesca. Ha mantenuto i nervi saldi e un secondo e un terzo posto gli hanno garantito, a 19 anni, di succedere nell’albo d’oro del campionato di Coloni ai vari Grosjean, Ceccon e Quaife-Hobbs. “Voglio ringraziare il mio team per avermi permesso di conquistare il titolo. Abbiamo vinto tutto, la classifica a squadre, l’Under 21 e l’assoluta. La gara di oggi è stata molto dura perché non volevo che nulla andasse storto. Ho evitato di prendere rischi e siamo riusciti a raggiungere l’obiettivo". Per lui, ora, il sogno è un volante in GP2 che ha appena assaggiato avendo preso parte alla prova di Singapore con la Venezuela GP Lazarus. 
Cosa dire ancora di Montermini dopo il titolo conquistato a Monza? La sua esperienza (Formula 1 compresa) è una garanzia per ogni team e il suo ardore è pari a quello degli esordi. Intatto. Con la 458 della Villorba Corse si è trovato subito a meraviglia, coadiuvato da Luca Filippi poi volato in America e quindi da Davide Rigon, ed è stato autore di numerose rimonte, battaglie e vittorie. E' stato più forte anche dei tanti pesanti handicap che il regolamento gli ha imposto. Il campionato GT Open lo aveva già vinto nel 2008 e quest’anno è stato sicuramente il più regolare e redditizio del nutrito lotto. Un vero appassionato, Andrea, che sicuramente non ha finito di stupire (alle soglie dei 50 anni!!!). 
Quando i nostri piloti sono inseriti in un contesto professionale e organizzato, quando ottengono fiducia, come si vede i risultati arrivano. E' assurdo che in Formula 1 non ci sia nessun italiano (ieri Liuzzi ha detto che sta lavorando "giorno e notte" per tentare di rientrare, chissà forse alla Force India): difendiamo la nostra scuola!

Nessun commento:

Posta un commento