Translate

martedì 10 settembre 2013

ARRIVA LA SCOSSA: ECCO LA SRT_01 E. La monoposto elettrica della Formula E

(10/9/2013) - Dopo molte anticipazioni, è stata presentata questa mattina al salone dell’Auto di Francoforte la monoposto elettrica che dall’anno prossimo animerà l’atteso campionato di Formula E, la Spark-Renault SRT_01E progettata e fornita dalla Spark Racing Technology di Frédéric Vasseur. A togliere i veli hanno provveduto il CEO della nuova serie, lo spagnolo Alejandro Agag, e il presidente della FIA Jean Todt. L’impatto visivo è notevole ed aumenta la voglia di vedere scattare al primo via – previsto tra un anno, settembre 2014, con 10 gare in tante importanti città del mondo tra le quali a Londra, Roma, Berlino e Los Angeles - queste macchine da corsa esclusivamente elettriche, frutto della progettazione telaistica Dallara (in fibra di carbonio e alluminio, con particolare attenzione ad un’aerodinamica che aiuti i sorpassi), con un motore, cambio ed elettronica McLaren Electronic Systems, batterie progettate e fornite dalla Williams Advance Engineering, e pneumatici da 18 pollici della Michelin (utilizzabili sia in condizioni di asciutto che di bagnato). 
La supervisione dell'integrazione dei sistemi, l'ottimizzazione delle prestazioni e del powertrain, nonché la sicurezza elettrica è a cura del partner tecnico Renault, grazie alla sua Renault Sport Technologies e Renault Sport F1. L’innovazione, qui, regna sovrana: insieme alla Qualcomm, il cui logo appare sulle fiancate della monoposto, si sta studiando – inizialmente da testare solo in corsia box - un sistema di ricarica wireless per le batterie delle vetture, da effettuare più in là verso le vetture in movimento ma – è stato precisato - con la safety car, poiché attualmente la richiesta di energia sarebbe tale da rendere impossibile l’utilizzo contemporaneo per la ventina di monoposto in gara. La SRT_01E rimarrà in visione sia al Salone di Francoforte, per l’intera durata della manifestazione sia, oggi, al Mobility Conference FIA ​​a L'Aja. Successivamente, sarà sottoposta ad un crash test FIA e ad un ampio programma di test (Lucas Di Grassi è il pilota incaricato, Gil De Ferran il Racing Ambassador).


Nessun commento:

Posta un commento