Translate

sabato 6 luglio 2013

SUPERSTARS. L'ULTIMATUM DI FERRARA: "COMPETITIVI A PORTIMAO O MI FERMO"


(6/7/2013) – La situazione non è ancora irrimediabilmente compromessa, ma siamo davvero all’ultima chance e Luigi Ferrara non ci sta. E’ arrabbiato e deluso il pilota barese tornato quest’anno in Superstars con il Roma Racing Team, che gli ha messo a disposizione una Mercedes C63 Coupé. Era convinto di potersi battere alla pari con i vari Biagi, Liuzzi e Morbidelli (Mercedes della Romeo Ferraris e Audi), sono arrivati i podi, l’ultimo in Gara 1 a Zolder, ma una serie di stucchevoli quanto apparentemente irrisolvibili defaillances meccaniche sta minando la sua fiducia e facendo allontanare avversari e titolo, che sfiorò già nel 2011. L’ex campione di F. Campus, F.3 tricolore e della Carrera Cup si ritrova costretto a lanciare un ultimatum. Quattro prove disputate e altrettante ancora in calendario con la classifica che si fa ormai stringente: Biagi 119 punti, Morbidelli 96, Berton 91, Liuzzi 90, Ferrara 71. Prossimo appuntamento in Portogallo, il 21 luglio.

Allora Luigi, la situazione è davvero così critica?
A Portimao è l’ultima occasione per me e per la squadra. Vengo da quattro ritiri consecutivi e a questo punto non si può chiamare più sfortuna ma scarsa preparazione. Non si riesce a risolvere il problema della cinghia della pompa di raffreddamento dell’acqua che si rompe, per non parlare del problema al volante che ho avuto allo Slovakia Ring. No, così non si può andare avanti. Semmai mi fermo.
Ma quante possibilità hai di poter recuperare a questo punto?
Le possibilità ci sono ancora perché il regolamento equilibra le prestazioni e posso giocarmela. Conosco la pista di Portimao, molto guidata, e mi serve solo una macchina affidabile, i problemi da risolvere sono tutto sommato superficiali. Dobbiamo ritrovare competitività per vincere. Io sono pronto a lottare per recuperare tutto quello che ho perso finora.

Nessun commento:

Posta un commento