Translate

venerdì 19 luglio 2013

L'OCCASIONE DI SUSIE. Finalmente un test vero in pista per la Wolff


(19/7/2013) – Oggi a Silverstone scende in pista Susie Wolff. La trentenne pilota (1,68 di altezza) del team di Sviluppo della Williams – lo è dalla scorsa stagione – ha finalmente l’occasione reale e piena per mettersi in evidenza. La scozzese di Oban – Stoddart da signorina, poi convolata a nozze ad ottobre 2011 con l’attuale direttore Mercedes Toto Wolff - finora ha lavorato molto al simulatore e a febbraio ha effettuato test aerodinamici con la FW35 sul rettilineo di Idiada, in Spagna. Per la prima volta si confronta con gli altri collaudatori, su una pista vera. “E 'una fantastica opportunità per me. Sarà una grande sfida, ma la cosa più importante è di effettuare un buon lavoro per rendere alla squadra un utile feedback. La maggior parte del mio lavoro si svolge nel simulatore, quindi questo giorno è veramente importante per me. Potrò capire meglio il comportamento della vettura in pista e come corrisponde con il lavoro al simulatore che aiuterà anche a continuare il mio lavoro qui". 
Auguriamole dunque buon lavoro. Susie è una grande appassionata di motori, folgorata sulla via della F.1 dalla visione diretta di una vittoria del giovane Jenson Button con la F3 a Donington.  Lei ci dava dentro già con i kart, quindi la decisione di fare sul serio: F. Renault UK, British F3. Problemi di budget e un infortunio alla caviglia sembrarono porre un freno alla carriera quando, nel 2006, ecco arrivare l’invito della Mercedes a provare per il DTM. Il favoloso campionato turismo tedesco è stato la leva che ha aperto le porte della F.1 dove, naturalmente, ambisce a diventare l’unica donna pilota dopo un lungo digiuno in questo senso. A chi le ha fatto notare che è troppo esile ha risposto “Perché, si può dire che Vettel sia muscoloso?”. E poi Ecclestone, che sa bene come coniugare sport, marketing e affari, punta da tempo ad avere una donna titolare di un volante. “Susie è anche molto intelligente”, ha detto il Padrino … Buon segno.

Nessun commento:

Posta un commento