Translate

venerdì 14 giugno 2013

FERRARI PROTAGONISTA AL "JERUSALEM PEACE ROAD SHOW"


(14/6/2013) -  La Ferrari è stata la prima squadra di Formula 1, ieri e oggi, a far rombare una sua monoposto sulle strade di GerusalemmeIl Jerusalem Peace Road Show, l’evento organizzato sotto l’egida del Comune di Gerusalemme e con il supporto di Kaspersky Lab, uno dei più importanti partner della Scuderia Ferrari, ha raccolto questa mattina, giornata festiva e prefestiva per la gran parte della popolazione della storica città, più di 180.000  spettatori che si sono radunati lungo i 2800 metri del percorso. Una folla entusiasta e festosa, che ha interpretato nella maniera migliore lo spirito che era alla base del progetto della manifestazione: portare una serie di simboli dell’automobilismo sportivo a due e quattro ruote vicino agli appassionati e alla gente comune che abita in un Paese dove le competizioni motoristiche erano addirittura vietate fino a due anni fa. Ebrei, Cristiani, Mussulmani, turisti stranieri: tutti insieme erano oggi a guardare con i loro occhi questo evento che, non a caso, ha la parola “Pace” nel nome ufficiale. A guidare la F60 per una dozzina di giri è stato Giancarlo Fisichella che il 22 sarà impegnato a Le Mans: “Per me è stato un onore essere qui e voglio ringraziare la Ferrari, Kaspersky Lab e la municipalità per aver reso possibile questo evento” - ha detto in diretta, attraverso la radio di bordo, alla televisione israeliana che trasmetteva l’esibizione – “Spero davvero di poter tornare qui l’anno prossimo! Non ricordo di aver mai visto un’atmosfera così speciale come qui a Gerusalemme. Sono state giornate storiche e per me indimenticabili”. L’evento ha visto esibirsi anche altre vetture, fra cui quattro Ferrari normalmente protagoniste del Ferrari Challenge (tre 430 e una 458 Challenge), affidate fra gli altri alla giovane promessa della Ferrari Driver Academy Antonio Fuoco.









Nessun commento:

Posta un commento